Finanziamenti Europei (urbanistica)

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
appunti
Finanziamenti Europei (urbanistica)
Tipo di risorsa Tipo: appunti
Materia di appartenenza Materia: Urbanistica

Le zone obiettivo chiamano in causa la professione dell'ingegnere in quanto una volta che una regione ottiene il riconoscimento come zona obiettivo 1 o obiettivo 2 viene a crearsi un rapporto tra regione e comunità europea che spesso è regolato e gestito proprio dai tecnici. In caso la regine venga riconosciuta come zona di obiettivo 2 si crea un rapporto diretto tra l'ente locale e la comunità ed in tal caso è la stessa regione che per ottenere risorse (fondi e finanziamenti comunitari) è tenuta a presentare di propria iniziativa proposte concrete. È in questa fase che si crea un contraddittorio tra le due parti al termine del quale si cerca di raggiungere un accordo.

La regione venendo riconosciuta come zona obiettivo ottiene perciò una disponibilità "potenziale" dei fondi che potrà poi gestire in modo diretto nel caso in cui venga raggiunto l'accordo, dopo di che l'unione europea ricopre una funzione, non decisionale, ma unicamente di controllo. Nel concreto, la regione, per ottenere le risorse incide dei bandi in moda da poter ricevere progetti anche su iniziativa privata e sottoporli a sua volta all'attenzione della comunità europea. La figura dell'ingegnere risulta fondamentale proprio in tale fase, infatti questi progetti riguardano solitamente opere infrastrutturali o recuperi edilizi, materie specifiche dell'ingegneria.

La maggior parte dei finanziamenti sono però destinati alle zone di obiettivo 1, ovvero quelle zone che presentano standard inferiori alla media europea e che devono essere sottoposti ad interventi di ammodernamento e miglioramento in modo da allinearne gli standard con quelli del resto della comunità. Si ricorda che anche in questo caso i finanziamenti sono resi disponibili dall'Unione Europea ma non vengono immediatamente elargiti, in quanto l'unione europea si riserva la possibilità di eseguire preventivi controlli.

Oltre a tali forme di finanziamenti si hanno poi i cosiddetti progetti a bando indetti direttamente dall'Unione Europea. Tali bandi non sono legati, come i precedenti, ad un'area specifica, ma premiano unicamente il progetto migliore, in qualsiasi zona questo venga proposto. Capire le logiche delle politiche comunitarie e le modalità dei finanziamenti è necessario per poter svolgere molte attività concrete e promuovere progetti anche a livello locale.

Fondi strutturali:

  • 69,7% obiettivo 1
  • 11,5% obiettivo 2
  • 12,3% obiettivo 3