Fasi della realizzazione di un piano urbanistico (urbanistica)

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
appunti
Fasi della realizzazione di un piano urbanistico (urbanistica)
Tipo di risorsa Tipo: appunti
Materia di appartenenza Materia: Urbanistica

Il principio generale dei piani urbanistici è quello di avere al loro interno due aspetti, quello programmatorio e quello coercitivo (non discute le misure da adottare ma una volta attivo le impone).

Tutti i piani attraversano una fase di predisposizione, fatta dalla stessa amministrazione pubblica, da enti o da équipe esterne ad essa, che comprende le analisi delle proposte svolte in modo assolutamente oggettivo e scientifico attraverso diversi strumenti come le valutazioni di impatto applicate agli stessi programmi, in modo da poterne prevedere gli effetti.

È solo con l'adozione del piano da parte dell'istituzione competente che il piano inizia ad esistere anche se non è ancora completamente in vigore. In tale fase infatti scattano automaticamente le misure di salvaguardia, in modo da non vanificare le previsioni del piano nel periodo in cui il piano viene sottoposto a pubblicazione.

Passati 60 giorni dalla pubblicazione, come per le leggi ordinarie, se non vi sono osservazioni al piano da parte di cittadini o altri enti, il piano viene entra definitivamente in vigore.