Consigli su come studiare la Matematica per la scuola

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Consigli su come studiare la Matematica per la scuola
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materie:
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.

La Matematica è sempre vista dai ragazzi come la materia più ostica in assoluto ma in realtà la difficoltà è più per mera credenza che per vera difficoltà concreta.

Di seguito sono forniti alcuni consigli su come affrontare lo studio della Matematica.

Importante nella matematica è prima di tutto saper bene i collegamenti logici da fare. Ecco perché è importante seguire le spiegazioni dei professori ed eventualmente appuntare i passaggi.

Anche per appuntare bisogna fare attenzione. È fondamentale che quando si sta scrivendo la spiegazione di una formula si scrivano anche i motivi del perché si compiono le varie semplificazioni e soprattutto i teoremi applicati.

Gli appunti così presi vanno controllati con il libro appuntando eventualmente dubbi da chiedere al professore. Non è utile svolgere gli esercizi aiutandosi con il libro. È molto più utile invece prima apprendere la formula e poi testare quanto appreso svolgendo gli esercizi assegnati dai professori. Lo stesso libro, comunque, può essere usato per comprendere meglio la parte teorica eventualmente non spiegata dai professori.

Per quanto riguarda la tecnica di studio purtroppo la matematica presuppone la conoscenza a memoria di alcune formule. Ma lo studio a memoria non deve essere per forza un sistema da usare sempre. Spesso può essere utile anche aver compreso bene il meccanismo di come si arriva ad un determinato teorema. Alla mente quindi va affiancata anche la logica. Spesso si può arrivare ad una soluzione anche se ci si è dimenticati di cosa dice un teorema o cosa applicare.

Per gli esercizi importante è leggere bene il testo e comprendere cosa applicare. Durante la risoluzione bisogna essere sicuri che ogni passaggio sia figlio di un giusto ragionamento logico e di applicazione di principi e teoremi.

Importante è anche il ripasso. Non ci si può ricordare di tutte le formule ecco perché prima di un compito o una interrogazione è bene ripetere gli argomenti su cui verteranno gli esercizi.

Per quanto riguarda i compiti in classe tutto si gioca sulla tranquillità. Più si è tranquilli più non si corre il rischio di smarrire nell'agitazione le nozioni matematiche che si conoscono. Per il resto lo svolgimento è simile a quello di un qualsiasi esercizio fatto a casa quindi bisognerà fare attenzione alla traccia ed applicare le formule adatte secondo logica.

Tipici errori di chi si approccia alla matematica sono dovuti o per la distrazione o per errori di calcolo. Alcuni sono dovuti poi anche dal cambio di segno che spesso ci si dimentica di compiere dopo un operazione oppure dallo sbaglio della regola del preliminare svolgimento prima di moltiplicazione e divisione poi di addizione o sottrazione. Altro errore si può commettere, soprattutto durante i compiti, per la fretta di ricopiare. Due regole matematiche vanno poi ricordate:

  • un qualsiasi numero elevato allo zero da 1 eccetto per lo stesso zero (es. 10 ---> 1 ma 00 ---> 0).
  • la radice di x è uguale a modulo di x e non solo ad x (es. √x ---> |x|).

La Lezione è ispirata a due articoli di Studenti.it: http://www.studenti.it/foto/Come-studiare-matematica/metodo-studio.html e http://www.studenti.it/Errori-comuni-matematica-come-evitare.html?gallery=2573 .