Introduzione alla Parte Speciale di Diritto regionale

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Introduzione alla Parte Speciale di Diritto regionale
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Diritto regionale
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.

La Crisi dell'Ordinamento Regionale, come delineato dalla Costituzione, si ha tra gli anni novanta a oggi. Le richieste di federalismo, secessione, e soprattutto la disuguaglianza sociale tra nord e sud, spingo il legislatore a ripetute modifiche del Titolo V della Costituzione. La revisione dell'ordinamento regionale è sempre stato al centro dell'agenda politica fin dalla Commissione Bicamerale del 1993 e del 1997. Tale tendenza culminerà nelle riforme del 1999-2001. La Legge Costituzionale 22 novembre 1999 numero 1 introdurrà l'elezione diretta del Presidente della Giunta. La L. cost 3/2001, invece, rivoluziona i rapporti tra Stato e enti locali. Stato e Regione diventano due organismi separati. Mutamenti "federativi" che allargheranno la scompensazione tra Nord e Sud Italia poiché ad essi non sono associati meccanismi di compensazione tipici di un ordinamento federale. La tendenza federalista trova un muro invalicabile con la crisi economica la quale mette in luce come i meccanismi federativi usati abbiano solo causato una disparità sociale. Da qui la L. cost. 1/2012, che viene emanata in piena crisi economica, e che introduce il principio di pareggio di bilancio. Viene attribuito allo Stato l'esclusività sulla materia di armonizzazione dei bilanci pubblici sottraendola alla legislazione concorrente (art. 117 terzo comma). Importante anche la modifica all'articolo 119 con la previsione dell'obbligo da parte degli enti locali del rispetto dell'equilibrio dei relativi bilanci in modo che anche essi contribuiscano ad assicurare l'osservanza dei vincoli e economici e finanziari derivanti dall'ordinamento dell'Unione Europea. In ultimo vanno ricordate i Comitati parlamentari per una nuova revisione del Titolo V e il tentativo di riforma del Titolo V della riforma Renzi-Boschi.