Introduzione al Diritto Medievale e Moderno

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Introduzione al Diritto Medievale e Moderno
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Diritto medievale e moderno
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.

Il Diritto Medievale e Moderno studia la Storia del Diritto e delle sue Istituzioni, che va dalla caduta dell'Impero Romano d'Occidente nel 476 d.C. ai giorni nostri. Il corso si occuperà del periodo compreso tra il 476 d.C. al 1865 d.C., anno della realizzazione del Codice Pisanelli, la prima codificazione italiana. È bene per un corretto svolgimento del corso iniziare con il compiere una periodizzazione di questa fascia temporale attraverso una categorizzazione storiografica. Tre sono le età di cui si occuperà il corso:

  • Età Medievale: dal 476 d.C. al 1492 d.C., anno della scoperta dell'America. L'Età Medievale è divisa ulteriormente in Alto Medioevo, dal 476 d.C. al 1000 d.C., e Basso Medioevo, dal 1000 d.C. al 1492 d.C.;
  • Età Moderna: dal 1492 d.C. al 1789 d.C., anno della Rivoluzione Francese;
  • Età Contemporanea: dal 1789 d.C. ai giorni nostri.

Perché studiare il Diritto Medievale e Moderno? Come ogni studio storico si apprende il passato per comprendere meglio anche il presente. Tanti istituti sia privati che pubblici sono nati in questi periodi storici e comprenderne le ragioni della loro creazione è fruttuoso anche per l'applicazione nel presente. Due sono però i problemi di questa materia comuni a tutti gli studi storici. Da una parte il pericolo della inoggettività del giudizio sulla storia. Uno studio storico rigoroso deve comportare un'oggettività di giudizio da parte del suo realizzatore. Ma spesso il principio è eluso e un saggio può trasformarsi in un testo argomentativo volto a favorire taluna idea piuttosto che un'altra. Dall'altra parte, pericolo soprattutto degli europei, è l'egocentrismo degli stessi. Troppo spesso si è portati a ritenere che la storia del passato sia stata scritta solo dagli europei e ci si dimentica dei popoli orientali e amerindi che hanno storie spesso illustri e importanti come quelle degli europei. Il corso cercherà di essere quanto più oggettivo possibile mentre sull'altro fronte essendo un corso rivolto essenzialmente agli italiani ci dedicheremo all'Italia e all'Europa, che tanto ha influenzato ed è stata influenzata dall'Italia stessa, ma ricordando che parallelamente anche Diritti extra-europei si sono sviluppati in questi periodi.