Corso:Ingegneria energetica

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search

 

Ingegneria energetica
Gnome-applications.svgArea di Ingegneria Link categoria corso Tutte le materie di questo corso Questo corso non è curato da nessun dipartimento.
Cartella blu.jpg
Crystal Clear filesystem desktop.png
Presentazione

Il corso di energetica è stato creato negli ultimi anni dissociandolo da quello che era il corso di studi per gli ingegneri meccanici, creando così una nuova figura professionale molto più qualificata nell'ambito delle energie generiche.

Obiettivi formativi

Il Corso di Studi in Ingegneria Energetica è caratterizzato da una cultura nel campo dell’Ingegneria che darà alla figura professionale formata una professionalità adatta allo svolgimento di mansioni diversificate nel campo dell’Ingegneria Energetica, associando ad una idonea base di conoscenze tecniche la capacità di ottimizzare e gestire con efficacia l’impiego delle Risorse Energetiche disponibili sia da Fonti Fossili che da Fonti Alternative e Rinnovabili o assimilate, con l’obiettivo di minimizzarne l’impatto sull’ambiente per lo sviluppo sostenibile.

Le competenze dell’Ingegnere Energetico spaziano tra diverse aree dell’Ingegneria Industriale (Meccanica, Chimica, Elettrotecnica, Nucleare, Ambientale), integrate con nozioni di carattere economico-gestionale e sono rivolte in modo più approfondito alla gestione delle Risorse Energetiche e dei Processi per la loro utilizzazione.

Sostanzialmente il corso è diviso in due profili: "convenzionale" focalizzato su fonti rinnovabili e ottimizzazione dello sfruttamento delle fonti fossili nonché la ricerca di nuove fonti energetiche alternative e lo studio del mercato e della gestione energetica e dell'impatto e; e "sicurezza e tecnologie nucleari" pensato come approfondimento più specifico del campo nucleare e di sicurezza industriale che costituisce una via di mezzo col corso di laurea omonimo: da quest'ultimo si differenzia nel dare durante i primi anni una base sulle fonti convenzionali e approfondire meno gli aspetti di progettazione nucleare e di calcolo impiantistico.

Fondamentale è il prerequisito della padronanza della chimica di base (stechiometrica e cinetica) all'ingresso del corso di laurea e un approfondito studio sin dal primo anno della termofluidodinamica; molte materie impiantistiche saranno basate sulla teoria della combustione e sui bilanci di massa ed energia.

Sbocchi Occupazionali

Prerequisiti

I laureati del corso di Corso di Ingegneria Industriale possono accedere al corso di Laurea magistrale in Ingegneria energetica senza riserve. In tutti gli altri casi bisognerà provvedere ad una valutazione dei crediti per colmare le eventuali differenze seguendo gli appositi corsi.

Dipartimenti

I principali Dipartimenti di Interesse per il corso sono:

Stato di Sviluppo del Corso

Allo stato attuale le materie meglio coperte da lezioni e/o libri in lingua italiana e/o inglese e/o in altre lingue sono le materie comuni a tutti corsi di ingegneria. Le materie più specialistiche sono invece per lo più assenti o scarsamente sviluppate. Nelle Biblioteche dei Dipartimenti precedentemente segnalati e/o nelle schede dele singole materie è possibile trovare dei riferimenti a libri utili all'apprendimento delle varie materie.

Cartella blu.jpg
Nuvola apps kmessedwords.png
Percorso suggerito: materie di base


Parte 1

  • Analisi matematica I
  • Algebra lineare
  • Geometria analitica
  • Fondamenti di Informatica e programmazione in C: concetti base della struttura di un calcolatore e guida alla programmazioni in ambiente Linux con il li linguaggio C.
  • Economia applicata all'ingegneria: Studio riguardanti le tematiche economiche e le scelte ingegneristiche affrontando progetti e costi di realizzi
  • Disegno tecnico industriale: Disegno tecnico industriale a mano libera (per la preparazione di schizzi progettuali) e con strumenti di precisione standard, basi fondamentali informatiche per la lettura e la creazione di qualsivoglia disegno di tipo idustriale, normativa per il disegno tecnico industriale.
  • Fisica classica: studio della dinamica e connessi, statistica per l'elaborazione di esperienze di laboratorio (come trattare i dati ottenuti dagli esperimenti) e la restante parte di fisica (idraulica, magnetismo, circuiti elettrici...), statistica per l'elaborazione di esperienze di laboratorio (come trattare i dati ottenuti dagli esperimenti).
  • Chimica: Concetti generali: struttura atomica, legami chimici e molecole, la teoria dei gas e le proprietà colligative. Combustibili e cenni sulla combustione (termodinamica), strutture dei materiali, corrosione dei metalli, polimeri. Chimica organica
  • Lingua inglese

Parte 2

Parte 3

Percorso Convenzionale

Percorso Nucleare-radioprotezionistico

Cartella blu.jpg
Crystal Clear app kdict.png
Materie di approfondimento
Cartella blu.jpg
Crystal Clear app kdmconfig.png
Utenti interessati

Modifica

-->
Nome Argomenti di interesse Livello e tipo di Istruzione
Andrea.zep
Sostenibilista organizzazione del corso Laureato in Ingegneria Chimica
Mattte Fusione nucleare Maturità scientifica; III anno energetica a Bologna
Ing.ago Produzione di Potenza
Cartella blu.jpg
Fairytale right.png
Collegamenti esterni

Disclaimer - Corso di Ingegneria energetica

Si ricorda che Wikiversità NON è una vera e propria università né un istituto scolastico e, pertanto, non rilascia nessun tipo di attestato e/o titolo accademico di validità legale. Per maggiori dettagli leggere le pagine Wikiversità:Cos'è Wikiversità e Wikiversità:Avvertenze generali.