Introduzione al Diritto Penale Europeo

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Introduzione al Diritto Penale Europeo
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Diritto penale europeo
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.

Il Corso di Diritto Penale Europeo non ha l'intento di studiare come si sviluppa il Diritto Penale nell'Unione Europea o in Europea. Men che meno quello che alcuni hanno detto essere un vero e proprio Sistema Penale Europeo, alludendo al fatto che il Diritto Europeo avesse creato un vero e proprio Sistema di Diritto Penale anche con Proprie Regole Generali, una Prospettiva Azzardata e che Non Riscontra una Piena e Concreta Realizzazione nella Realtà. Sarebbe ad oggi una prospettiva di studio interessante ma poco proficua non esistendo in Europa, né nella Dimensione Convenzionale, né in quella dell'Unione Europea, un vero e proprio Diritto Penale Unico (non esiste un Codice Penale Europeo) ma persistendo in questo campo differenze tra i vari Stati. Il Corso avrà l'obiettivo invece di capire e comprendere quali sono state e quali potrebbero essere nel prossimo futuro le influenze e le trasformazioni che i principi storici del Diritto Penale hanno ricevuto dalla "Europeizzazione" del Diritto. Di come le Fonti Europee (dell'Unione Europea o Convenzionali) e la Giurisprudenza Europea (della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo e della Corte di Giustizia dell'Unione Europea) hanno cambiato questi storici principi e come questo si riverberi nella dimensione penalistica interna. Si studia insomma quella che qualcuno chiama Crisi del Diritto, o Mutazione del Diritto, o Incertezza del Diritto, o Postmodernità del Diritto.

Per una proficua comprensione di queste trasformazioni sarà necessario ripetere le nozioni dei principali principi studiate in Diritto penale nonostante comunque in premessa ad ogni Lezione si richiamino alla mente i tratti essenziali degli stessi.

La Breve Storia del Diritto Penale[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire questo argomento, consulta la pagina Storia del Diritto Penale.

Sicuramente la nascita del Diritto Penale Moderno si deve all'Illuminismo. È in età illuministica, ed esattamente il mercoledi 26 agosto 1789, data di emanazione della Dichiarazione dei Diritti dell'uomo e del cittadino (Déclaration des Droits de l'Homme et du Citoyen) che si avrà quel nucleo di garanzie per l'uomo e di limitazione del potere statuale proprio del Diritto Penale Moderno. Alla Dichiarazione faranno seguito i vari Codici Napoleonici nel 1805 che porranno un altro punto fermo, questa volta di tutto il Diritto, con un altro principio che è quello della Razionalità e della Certezza del Diritto. Una Raccolta di Diritto Razionale e Certa pura Espressione della Sovranità Statuale. E su questa idea di Diritto come Certezza, Razionalità, Gerarchia di Diritto (si pensi alla Piramide delle Fonti), Ordine (si pensi all'Immagine della Giustizia raffigurata come Donna con una Bilancia), si fonderà il Diritto e particolarmente il Diritto Penale che si legherà a stretto nodo con il Potere Politico. Lo Strumento del Diritto Penale è infatti l'Uso Legittimo della Forza nella Dimensione Interna (nella Dimensione Esterna è la Guerra) e la Forza, nello Stato di Diritto, è in piena ed esclusiva titolarità del Potere Statuale. Per questo motivo esso è il Più Politico e Drammatico dei Diritti perché è strettamente influenzato dal Regime Politico ed è anche il più pervasivo nella sfera dei singoli uomini potendoli privare della libertà e finanche della vita. Gli sviluppi storici si sono mossi esclusivamente sulle garanzie sul suo uso e su in idea del Diritto Penale come Extrema Ratio e soprattutto in una dimensione Legittima dell'uso stesso di tale Diritto (ad esempio il Principio della Riserva di Legge). Ma di base l'idea di fondo del Diritto Penale non è mai cambiata. Esso è mero esercizio della Forza Legittima sull'Individuo e qui si gioca la drammaticità delle Trasformazioni che oggi la Dimensione Europea stanno portando su questo Diritto che per secoli era mero Compito dello Stato Nazione (con i suoi svantaggi e i suoi vantaggi, ad esempio le sviluppate garanzie costituzionali e principi di diritto penale) mentre oggi è sempre più qualcosa di internazionale che spesso sfugge non solo al controllo democratico ma spesso anche agli stessi principi del diritto penale.

Le Trasformazioni del Diritto Penale[modifica]

La Crisi del Diritto, come visto, si gioca tutta su alcune trasformazioni che il Diritto, in questo caso Penale, ha avuto a seguito delle influenze proveniente dall'Europa. Cinque sono le Principali Trasformazioni del Diritto Penale:

  1. Le Trasformazione delle Fonti e del Sistema delle Fonti: Le Trasformazioni delle Fonti del Diritto (Fonti di Cognizione) già si possono notare all'interno dello Stato Nazione. Ad esempio in Italia all'originario codice Penale Rocco del 1930 di stampo Fascista vanno ricordati i mutamenti democratici della Costituzione del 1948 e ancora di più delle Sentenze della Corte Costituzionale del 1950. Ma i mutamenti sono stati anche nelle Fonti del Diritto si pensi ai Decreti Legge e ai Decreti Legislativi oggi sempre più la fonte principale di diritto, ma anche Regolamenti e Leggi Regionali. Ma la vera novità viene dalle Fonti Sovranazionali si pensi alle Fonti Europee, alla Norme Internazionali e questo crea dei problemi in un campo come quello del Diritto Penale dove le fonti erano sempre di creazione nazionale. Questo nuovo radicamento di fonti ha fatto venir meno l'Idea Piramidale delle Fonti con una nuova struttura a Rete dato che spesso non vi è un vero Ordine Gerarchico tra le stesse. Infine vanno ricordate anche le Fonti di Stampo Giurisprudenziale con un Diritto sempre meno della Norma Scritta e sempre più Norma Giurisprudenziale con un Diritto Creato dal Giudice (come nel Common Law). Un Giudice in un Labirinto che ne esce creando spesso Diritto a danno del Principio della Riserva di Legge e di Certezza del Diritto.
  2. Il Cambiamento (Sia sul piano Quantitativo che sul piano Qualitativo) del Catalogo dei Reati: Il Catalogo dei Reati vede tre fenomeni di cambiamento:
    • L'Inflazione: Il Proliferare delle Fattispecie di Reato (dalle circa 400 di inizio secolo scorso ad oggi si possono annoverare diverse migliaia) dovute spesso ad Esigenze di Tutela e che hanno creato la Cosiddetta Legislazione Penale Simbolica cioè l'uso del Diritto Penale, che è a costo zero, per dare risposte molto spesso senza efficacia a queste Esigenze di Tutela che l'opinione pubblica richiede. Ma anche gli obblighi di natura europea di Penalizzazione che hanno aumentato la richiesta di creazione di nuove fattispecie di reato. Questo ha creato una Inefficienza del Sistema Penale del Potere del Giudice che non riesce più ad avere cognizione dell'intero Diritto Penale.
    • La Contravvenzionalità: Aumento delle Fattispecie Contravvenzionali dovute alla Depenalizzazione di alcuni Reati o comunque all'uso di queste forme di reato meno forti.
    • Decodificazione: Cioè la creazione sempre più di una Legislazione Penale al di fuori del Codice Penale e delle sue Garanzie della Parte Generale (Fuga dalla Parte Generale). Si pensi ad esempio alle fattispecie di Reato del Testo Unico della Finanza.
  3. La Mutazione delle Pene (O Depenalizzazione): Aumento delle Istanze di Decarcerizzazione con Leggi di Depenalizzazione. Si è visto infatti un aumento dell'uso di forme alternative di Pena che non siano il Carcere. Ma questo fenomeno è quasi vanificato del tutto e quindi inutile dal Fenomeno opposto dell'Aumento dei Reati (Si diminuisce la pena carceraria di pochi reati vecchi e si creano invece in modo ipertrofico nuovi reato con pena carceraria).
  4. Il Cambiamento dei Destinatari del Diritto Penale: Si pensi ai nuovissimi destinatari del Diritto Penale, non più solo le persone fisiche, ma anche Entità Collettive e Societarie.
  5. Il Cambiamento delle Categorie Dogmatiche Fondamentali: Si pensi ai tanti cambiamenti dei Principi del Diritto Penale sotto influenza del Diritto Europeo (Ad Esempio il Principio di Causalità e in sua relazione il Principio di Precauzione si pensi ad esempio alla Questione delle Verdure O.G.M. e se sia o meno legittimo vietarne la produzione e la commercializzazione nello Stato anche sotto forma di reati penali).

La Struttura del Corso[modifica]

Il Corso, dopo lo Studio delle Fonti e delle Loro Trasformazioni, si concentrerà sullo studio delle Trasformazioni intervenute sui vari principi secondo questa struttura:

  1. Il Principio di Sussidiarietà o Extrema Ratio.
  2. Il Principio di Legalità: E i suoi Sottoprincipi:
    1. Il Principio della Riserva di Legge (o di Diritto).
    2. Il Principio d'Irretroattività.
    3. Il Principio di Retroattività della Legge Penale Più Favorevole.
    4. L'Interpretazione (Il Principio di Determinatezza o Tassatività).
  3. Il Principio di Offensività.
  4. Il Principio di Colpevolezza.
  5. La Funzione della Pena.
  6. Il Principio del Ne Bis In Idem.

Nell'esame dei singoli principi si andrà poi a seguire una struttura interna secondo alcune tappe logiche:

  1. La Norma Interna.
  2. Le Norme Europee e la Giurisprudenza Europea.
  3. L'Impatto sulla Norma Interna della Visione Europea.