Materia:Microeconomia

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search

 

Eepp deriv.png
Microeconomia
Eepp deriv.png

Gnome-fs-directory.svg Tutte le lezioni in ordine alfabetico

Questa materia è curata dagli utenti del
Dipartimento: Economia

Cartella arancione.jpg
Crystal Clear filesystem desktop.png
Presentazione
La microeconomia è la branca dell'economia che studia come gli individui (famiglie ed imprese) prendono delle decisioni di allocazione delle risorse, tipicamente in mercati dove beni e servizi vengono comprati e venduti, e quali sono i meccanismi che determinano i risultati del mercato, in particolare il prezzo.

Panoramica

La teoria microeconomica è l'analisi del comportamento dei singoli agenti economici e dell'aggregazione delle loro azioni in un modello istituzionale. I singoli agenti sono tipicamente i consumatori e le imprese. Il comportamento di tali agenti viene tradizionalmente supposto massimizzante (nell'utilità o nel profitto). Il modello istituzionale è il meccanisimo del prezzo, sia esso in un mercato impersonale (perfetto o imperfetto) che in un'impostazione che utilizza la teoria dei giochi. L'analisi utilizzata è a mercato in equilibrio. La microeconomia serve a capire meglio lo svolgersi dell'attività economica e i risultati che produce; si hanno dunque due risvolti:

  • positivo: si è in grado di comprendere il comportamento degli agenti economici messi di fronte a delle scelte
  • normativo: si cerca di individuare "dove sta l'ottimalità", in modo da suggerire alle istituzioni se e come intervenire per ottenere tale ottimalità.

La microeconomia, e la teoria economica in generale, fa uso di modelli: i modelli sono rappresentazioni semplificate della realtà. Li possiamo vedere come delle carte geografiche che cercano di rappresentare il territorio nel miglior modo possibile, ma col minor dispendio di "risorse": queste, infatti, hanno una scala di rappresentazione che non è 1:1, in modo tale da poter essere il più maneggevoli possibile. Lo stesso vale per i modelli economici: questi fanno una serie di ipotesi, più o meno forti, che permettono di semplificare la realtà che si cerca di rappresentare. Di volta in volta, tale ipotesi cambiano, a seconda degli aspetti della vita economica che si vogliono rappresentare e studiare, così come, per le carte tematiche della geografia, la legenda cambia di volta in volta.

I modelli microeconomici sono particolarmente semplificati, ma nonostante ciò hanno una qualche forza predittiva. Tuttavia sono troppo semplici per essere verificati empiricamente. Lo scopo principale dei modelli microeconomici è quello di funzionare da blocchi di base che permettono la costruzione di modelli più complessi e realistici, che possono quindi essere testati empiricamente, mediante gli strumenti econometrici. Alcuni modelli microeconomici, comunque, possono essere testati empiricamente, facendo uso delle tecniche dell'economia sperimentale.

Obiettivi

Gli obiettivi di questo corso di microeconomia avanzata sono:

  • fornire allo studente gli strumenti utili nel campo dell'analisi microeconomica
  • rendere lo studente in grado di poter comprendere la maggior parte degli articoli scientifici e dei testi di livello avanzato
Cartella arancione.jpg
Crystal Clear action flag.png
Prerequisiti

Allo studente vengono richieste delle conoscenze iniziali di base, che si possono identificare nei seguenti insegnamenti

La conoscenza della microeconomia di base non è indispensabile, ma facilita la comprensione di alcuni aspetti della teoria microeconomica che verrà presentata.

Cartella arancione.jpg
Crystal Clear app kwrite.png
Programma

Primo modulo: Il consumo, la produzione e l'equilibrio

  1. Teoria generale della scelta e delle preferenze: dalla modellizzazione di base delle scelte alla funzione di utilità
  2. Teoria classica del consumatore: i problemi del consumatore e teoremi della dualità
  3. Teoria classica dell'impresa: il problema dell'impresa e confronto col problema del consumatore
  4. Teoria della scelta in condizione di incertezza: gli effetti dell'incertezza sul comportamento del consumatore
  5. Equilibrio di mercato: perfetta concorrenza, equilibrio parziale e generale
  6. Economia del benessere: i due teoremi fondamentali dell'economia del benessere

Secondo modulo: Interazione strategica

  1. Elementi di base della teoria dei giochi: definizione dei concetti di base e classificazioni
  2. Giochi non cooperativi: caratteristiche dei giochi non cooperativi ed esempi di applicazione
  3. Economia dell'informazione
  4. Selezione avversa
  5. Azzardo morale

Terzo modulo: Imperfezioni del mercato e forme alternative di impresa

  1. Monopolio: effetti del monopolio e comportamento dell'impresa monopolistica
  2. Concorrenza monopolistica: il modello di Chamberlin
  3. Forme di oligopolio: l'oligopolio alla Bertrand, alla Cournot ed alla Stackelberg e confronto con la teoria dei giochi
  4. Altre forme di impresa: l'impresa manageriale, cooperativa, ecc.
Cartella arancione.jpg
Crystal Clear app clean.png
Verifiche d'apprendimento

È possibile, e fortemente consigliato, integrare le lezioni e valutare la propria preparazione attraverso queste esercitazioni. È possibile verificare la conoscenza di un argomento specifico o dell'intero programma.

Questa materia al momento non prevede verifiche d'apprendimento.

Cartella arancione.jpg
Nuvola apps bookcase.svg
Risorse

La Biblioteca del Dipartimento di Economia e metodi quantitativi contiene risorse utili per approfondire. Le lezioni dovrebbero essere sufficienti per la comprensione dei vari argomenti; la lettura dei paper di riferimento permetterà una conoscenza maggiormente approfondita degli argomenti trattati e delle ipotesi dei vari modelli. Per ulteriori riflessioni sugli argomenti esposti durante il corso, si può fare riferimento a:

  • A. Mas-Colell, M.D. Whinston, J.R. Green, Microeconomic Theory, New York (NY), Oxford University Press, 1995, ISBN 0-19-510268-1
  • Hal R. Varian, Microeconomic Analysis, New York (NY), W.W. Norton & Company, 1992, ISBN 0-393-95735-7
    • tradotto in italiano da L. Ventura, Analisi microeconomica, Venezia, Editrice Cafoscarina, 2003, ISBN 88-85-61396-9
  • D.M. Kreps, A Course in Microeconomics Theory, Princeton (NJ), Princeton University Press, 1990, ISBN 0-69-104264-0
    • tradotto in italiano da M. Grillo, Corso di microeconomia, Bologna, Il Mulino, 1993, ISBN 88-15-03876-0

Nel caso di ridotte conoscenze iniziali della teoria microeconomica, si suggerisce:

  • Hal R. Varian, Intermediate Microeconomics: A Modern Approach, New York (NY), W.W. Norton & Company, 2006, ISBN 0-393-92702-4
    • tradotto in italiano da A. Medio, Microeconomia, Venezia, Editrice Cafoscarina, 2002, ISBN 88-85-61379-9

Su internet è possibile trovare diverse risorse e appunti vari, ma solitamente in lingua inglese, ad esempio: