Discussioni Wikiversità:Copyright

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.

Appunti universitari[modifica]

Discussione spostata qui da Wikiversità:Bar/Archivio/2016 luglio-dicembre#Appunti universitari e copyright.

La segnalazione in Wikiversità:Sospette violazioni di copyright/Segnalazioni/Materia:Sicurezza dei sistemi industriali ha aperto una nuova questione abbastanza delicata. Ricapitolando, il prof. Scattolini lamenta che la nostra Materia:Sicurezza nei sistemi industriali è un "clone" delle slide da lui preparate e messe a disposizione dei suoi studenti al Politecnico di Milano. RicoRico ha precisato che le risorse in questione sono la rilaborazione di suoi appunti presi alle lezioni del prof. Scattolini, durante le quali aveva utilizzato proprio quelle slide.
Al di là del caso specifico, la questione generale è: come regolarsi, per quanto riguarda il copyright, per la pubblicazione degli appunti universitari? --Hippias Dica dica... 18:33, 10 set 2016 (CEST)

Gli appunti sono una lezione riformulata, per cui credo ci sia se non erro w:WP:RIFORMULARE, che dice che se son riformulate allora possono stare su internet, dovrei però vedere quelle slide e vedere di quanto differiscono... Martin (scrivimi) 20:51, 10 set 2016 (CEST)
Si concordo con voi ovviamente deve essere interamente riformulato il testo. --Samuele2002 (Chiedi pure!) 10:07, 13 set 2016 (CEST)

Risorse tradotte[modifica]

Discussione spostata qui da H:Sportello informazioni#Tradurre da Vikidia in francese (CC BY-SA).

Vista la ricorrenza imminente, ho la mezza idea di buttar giú una sandbox sulla Rivoluzione russa (vedremo per quale livello d'apprendimento) e cerco una traccia da cui prendere spunto (poi la rielaboro, è chiaro). Avrei messo gli occhi sulla voce di Vikidia in franceseVK, che a quanto vedo è rilasciata con licenza CC BY-SA. La posso importare e tradurre direttamente, o devo prima rielaborarla offline? Provo a disturbare Pierpao che di licenze se ne intende. --pegasovagante (la mi dica) 15:28, 4 ott 2017 (CEST)

[@ Pegasovagante] io direi che puoi tranquillamente importarla e tradurla direttamente visto che la licenza è la stessa basta scrivere nella pagina di discussione che la lezione è una traduzione di ... --Samuele2002 (Chiedi pure!) 23:21, 4 ott 2017 (CEST)
La licenza CC-BY-SA è fatta apposta per copiare e quindi puoi tradurla senza problemi, a due condizioni: 1) rilasciare la copia con la una licenza compativile e in wiki è automatico e 2) citare l'autore e sul come, secondo me, ma avviso di essere una voce minoritaria, bisogna chiarire un punto. La licenza CC-BY-SA dice "Attribution. If You Share the Licensed Material (including in modified form), You must retain the following if it is supplied by the Licensor with the Licensed Material: identification of the creator(s) of the Licensed Material and any others designated to receive attribution, in any reasonable manner requested by the Licensor (including by pseudonym if designated)". Quidi va indentificato in qualsiasi ragionevole modo richiesto dal licenziatore (leggasi autore). Qui come in tutte le wiki wikimedia è scritto "Salvando le modifiche, accetti le condizioni d'uso, e accetti irrevocabilmente di rilasciare il tuo contributo in base alle licenze Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 e GDFL. Accetti inoltre che un collegamento ipertestuale o URL sia sufficiente per l'attribuzione in base alla licenza Creative Commons", in Vikidia no ma è scritto nelle istruzioni per il riutilizzo (li avviserò che è meglio facciano come noi) quindi si, puoi tradurre e si, basta un link alla cronologia per rispettare la licenza. Il punto dolente è un altro, ihmo ribadisco. Dove mettimo il link? Sulle Wikipedie le vie sono due, nel campo oggetto o nella pagina di discussione. Ecco questo secondo me è un errore. La licenza dice "con il materiale licenziato". Perchè? Perchè il senso della licenza è che sia evidente la licenza è l'autore. E sia evidente perchè quella licenza è stata pensata per creare una catena infinita di copie dello stesso materiale per diffonderlo. Se nascondi la licenza l'autore puoi rompere la catena. Nascondere l'autore è blasfemo. Non ci sono altri termini. Il diritto di autore puro, quello che assieme all'opera ci sia il nome dell'autore, è irrinuncibile e imprescrittibile, in tutti gli ordinamenti anche 10000 anni dopo la morte chi pubblica deve mettere il nome dell'autore. Allora perchè su Wiki lo nascondiamo? Per me è sbagliato, non so rispondere, però so che Creative Commons deve la sua notorietà a Wikimedia e i rapporti di forza sono chiari.

In sintesi: risposta[modifica]

Quindi si puoi tradurre, scrivi tradotto da nel campo oggetto con il link alla cronologia non alla pagina (Come si fa su Wikipedia) e in base alla prassi sei a posto ma

Proposta[modifica]

Io aggiungerei come regola qui sul Wikizionario, nella pagina, come si fa su Commons. non in discussione, una sezione

==Altre fonti== 

prima della bibliografia e scriverei lì, i link alle cronologie pagine tradotte o copiate da wiki dalle quali non si può importare. Questo è un piccolo progetto, possiamo avere il corggio di fare meglio al posto di copiare gli altri progetti. (A proposito, vi siete mai chiesti perchè è obbligatorio importare quando si potrebbe fare come le traduzioni. Forsè perchè fare come per le traduzioni non è poi così corretto?)--Pierpao (discussioni) 10:54, 5 ott 2017 (CEST)

[@ Pierpao] Ho fatto cosí; che te ne pare? --pegasovagante (la mi dica) 21:04, 6 nov 2017 (CET)
Perfetto--Pierpao (discussioni) 22:23, 6 nov 2017 (CET)
Vediamo se la proposta di Pierpao può essere formalizzata. Segnalo al bar. --pegasovagante (la mi dica) 08:39, 7 nov 2017 (CET)

Indice di un libro[modifica]

[@ Pierpao, Gius195]: partendo da una domanda di Root992, vorrei fare chiarezza su qualcosa che si riproporrà anche in futuro. Può capitare di scrivere una materia avendo davanti l'indice d'un manuale. Ora, articolare il proprio pensiero in una serie ordinata di concetti è certamente opera dell'ingegno; d'altro canto, sappiamo tutti che l'indice d'un manuale tecnico è piú che altro la successione, in un ordine quasi obbligato, di termini (semplicemente il nome della cosa trattata nel capitolo) che d'originale hanno poco o nulla. Penso sia utile, non solo per il caso specifico, ma a futura memoria, fare chiarezza: come e in che misura devo riformulare un indice che è un elenco ordinato di termini tecnici o poco piú? --pegasovagante (la mi dica) 10:02, 3 dic 2017 (CET)

L'unica indicazione è come hai detto tu è l'originalità: se l'indice ha una sua unicità ovverosia è inconfondibilmente diverso per la sua creativa originalità, insomma se è un unicum, bisogna riformularlo in modo che diventi qualcosa che l'originale originalità, sta tutto qua nella ripetizione, la perda o ne acquisisca una diversa e che si distingua inconfondibilmente dall'originale. Sembrano frasi fatte ma purtroppo non si può dire che in termini generici. La creatività non può essere categorizzata.--Pierpao (discussioni) 13:55, 3 dic 2017 (CET)
A memoria mi sembra che già una volta si discusse su questa questione degli indici (se non erro fu segnalata una materia da un professore che diceva che l'ordine delle lezioni di quella materia era sua esclusiva creazione e chiedeva la cancellazione dell'intera materia a causa di quell'ordine lì). Comunque ripeto quanto dissi all'epoca e credo di interpretare anche lo stesso pensiero di Pierpao. Se l'ordine delle lezioni di una materia è un ordine sistematico che non puo' essere differente oppure rappresenta un uso consueto da parte di una generalità di fonti non si puo' parlare di creatività o opera dell'ingegno. Caso diverso se la struttura di una materia è copiata da qualcuno che ha fattualmente creato quell'ordine lì differenziandolo dal caso generale. In questo caso è un opera dell'ingegno e ci potrebbe essere una violazione dei diritti d'autore. Faccio tre esempi per esemplificare quanto detto. Caso 1: Ordine di una materia è obbligatoriamente, per le sue lezioni, A - B - C. In questo caso anche se la struttura è uguale a quella di un libro non esiste diritto d'autore perchè chiaramente la materia non puo' essere strutturata in altro modo (mi viene in mente le lezioni di storia. E' chiaro che nello strutturare si segue l'ordine cronologico degli eventi sarebbe contro senso partire dall'età contemporanea per arrivare al paleolitico). Caso 2: L'ordine A - B - C è comune a vari libri. In questo caso quell'ordine è ritenuto dalla generalità come un ordine appartenente al Dominio Pubblico ergo Non esistono diritti d'autore (ad esempio tutti, e sottolieno tutti, i libri di grammatica seguono l'ordine fonologia, morfologia, soggetto, aggettivo) e via di seguito. Se si utilizza quest'ordine quindi non si puo' dire che qualcuno abbia copiato i diritti d'autore. Caso 3: Un solo autore di un libro usa l'ordine B - A - C in questo caso potrebbe esserci un diritto d'autore per una creazione artistica. Sottolineo potrebbe perchè vallo a dimostrare che quell'ordine lì è davvero una creazione dell'ingegno. Comunque in questo caso conviene non usarlo e attenersi agli ordini consueti. Comunque ritengo che siano discussioni abbastanza campate in aria nel senso che è raro che un indice sia un opera dell'ingegno. Più possibile è che una materia sia proprio un opera dell'ingegno. Infatti ricordo che il professore che si lamentò lo fece perchè riteneva che quella materia era stata proprio creata da lui. Comunque in questi ultimi casi come detto credo che la cosa migliore sia strutturarla come è consuetudine. Se non è possibile si vede ma è rara come cosa. --Gius195 (discussioni) 14:32, 3 dic 2017 (CET)
Grazie dei pareri. Infatti il caso dell'altra volta era un po' diverso, se ne parlò qui. Vediamo se si possa citare questo esempio nella pagina, domande di questo tipo potranno ricapitare. --pegasovagante (la mi dica) 16:40, 3 dic 2017 (CET)