Vinzenz Maria Demetz

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
Approfondimento



Vinzenz Maria Demetz (* 11 ottobre 1912 a Ortisei , † 7. mese di aprile 2006 a Reykjavik , in Islanda , islandese Sigurður Demetz Franzson ) è stato un tenore altoatesino e compositore di canzoni ladine.

I suoi genitori erano Franzl e Maria Mauroner dal Gustin.

Demetz ha lasciato il suo villaggio natale, all'età di 18 anni per la prima volta per Padova e poi a Milano per seguire una formazione per cantanti. Nel 1935 ha vinto un concorso di canto a Vienna e applicato con successo in sequenza per un impegno presso la Semperoper di Dresda , ma non poteva eseguire lì a causa di un problema di salute di lunga durata. A recuperate Demetz fu Herbert von Karajan . Nonostante le varie apparizioni al Teatro dell'Opera di Roma, presso il Teatro San Carlo di Napoli e al Teatro alla Scala di Milano Demetz non è riuscito ad affermarsi definitivamente nel mondo dell'opera.

Ha intrapreso un esteso tour di concerto e ha dato recital in Spagna, Francia, Austria, Germania e Italia.

1955 Demetz si trasferì con la sua allora fidanzata, la cantante islandese Svanhit Egilsdóttir, in Islanda, dove ha preso il nome di Sigurður Demetz Franzson per ottenere la cittadinanza. Ha lavorato a Reykjavík e Akureyri , tra le altre cose come regista e insegnante di canto corale e ha istituito il bel canto , l' opera e l'arte canzone in Islanda. La scuola di canto Söngskóli Sigurðar Demetz a Reykjavík porta il suo nome.

Anche se ha sposato una islandese e vissuto in Islanda, Demetz ancora composto molte canzoni e ladina ha anche scritto testi. Morì il 7 aprile 2006 a Reykjavik

  • 1970: La mosules de Cuca. Storia per i pitli de Vinzenz Maria Demetz Feur
  • 1947 (Milano): Pion sen sa mont (Andiamo al pascolo).
  • 1951 Nina nana ladina
  • 1978, 8-9; Cravatte nel 1981,
  • 1955: Anda Trina dal Juntlan (14 Str di 8 V. vierhebigen nella coppia rima.). In: Kostner /Moroder 1955, 79-83.
  • 1978: L'angiul de Gherdëina
  • Vinzenz Maria Demetz : Nina Nana Ladina in 30 cianties per Gherdëina. Editore Union di Ladins de Gherdëina. Edizions Carrara, Bergamo 1955 (spartiti).
  • Vinzenz Maria Demetz : Anda Trina dal Juntlan in 30 cianties per Gherdëina. Editore Union di Ladins de Gherdëina. Edizions Carrara, Bergamo 1955 (spartiti).

Onorificenze

  • cittadino onorario di Ortisei
  • Cavaliere della Repubblica
  • Cavaliere ufficiale in Islanda

Opere[modifica]

  • Paula Moroder: Zenzl dal feur . In: Calendario de Gherdëina nel 1982, Union di Ladins de Gherdëina, Ortisei, S. 75-77. (Ladinisch).
  • Toni Senoner: Vinzenz Maria Demetz come feur 45 ani TE Islanda . In: Calendario de Gherdëina nel 1982, Union di Ladins de Gherdëina, Ortisei, S. 205-210. (Ladinisch).
  • Inga Hosp : Vinzenz Maria Demetz. Le insidie di bel canto . In: Alto Adige dall'esterno . Athesia, Bolzano, 1986, ISBN 88 7014 425 9 , S.47-55.
  • Anja dal Quattro: Vinzenz Maria Demetz "Zenz come Four" . In: Calendario de Gherdëina 2007 Union di Ladins de Gherdëina, Ortisei, S. 205-207 (ladino).
  • Georg Mair: "Südländisches Driftwood" . In: ff - settimanale altoatesino , No. 26, il 27 giugno 2013, pagine 42-45 ..
  • Rut Bernardi, Paul Videsott: storia della letteratura ladina . Bolzano University Press, 2013, ISBN 978 88 6046 060 8 . S. 587-591.