Metodi di calcolo della portata di scoperta per la componente attiva

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Metodi di calcolo della portata di scoperta per la componente attiva
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Principi, sistemi e metodologie per la localizzazione subacquea attiva
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.

Calcolo della portata di scoperta per la componente attiva del sonar[modifica]

Il calcolo della portata massima per propagazione sferica per la componente attiva si ottiene dalla soluzione del seguente sistema di equazioni in :

Nel caso di propagazione di tipo sferico-cilindrica, si utilizza un sistema di equazioni analogo, che differisce solo nella prima equazione per il coefficiente della funzione logaritmica che passa dal valore 40 al valore 20:

In entrambi i casi, nella prima equazione:

attenuazione, espressa in deciBel, dipendente da:

  • distanza espressa in
  • coefficiente d'assorbimento del suono in mare


e nella seconda equazione:

attenuazione massima consentita, espressa in deciBel, dipendente da:

  • livello acustico degli impulsi emessi in .
  • rumore "spettrale" del mare in . [1]
  • guadagno di direttività della base idrofonica ricevente in .
  • forza del bersaglio [2]
  • soglia di rivelazione in correlazione in [3] a sua volta dipendente da:
  • = parametro probabilistico
  • = banda del ricevitore
  • = durata dell'impulso d'emissione

Metodi di calcolo della portata di scoperta per la componente attiva[modifica]

Esistono due metodologie fondamentali di calcolo:

  1. grafica, usata nel 1960 per lo studio dei sonar IP60/64 per i sommergibili della Classe Toti
  2. numerica, risoluzione del sistema trascendente tramite computer

Esempio di calcolo con il metodo grafico[modifica]

Significativa la soluzione grafica, per propagazione sferica, del sistema trascendente con le variabili:

Con questi valori si ottiene il grafico di figura 1:

figura 1 Soluzione grafica

in cui:

  • la curva blu rappresenta la prima equazione del sistema
  • la retta rossa rappresenta la seconda equazione del sistema
  • l'ascissa del loro punto d'intersezione indica la portata calcolata, nell'esempio:
  1. Per il calcolo di NL in funzione dello stato del mare e della frequenza si veda Lezione 1^ della materia ‘’’Analisi dei disturbi nell’ambiente marino’’’
  2. Per il calcolo di TS si veda Lezione 2^ della stessa materia
  3. Robert J. Urick, cap. 12