Jan Batista Adang

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
Approfondimento



Jan Batista (Johann Baptist) Adang è nato il 15 gennaio 1839 a Corvara. Ordinato sacerdote il 28 ottobre 1864. Fino al 1867 era coadiutore a S. Martino in Gsies e fino al 1876 a San Martino de Tor. È stato poi un anno nella parrocchia di La Pli-Marebbe e poi ad Antermëia. Poi è dovuto essere ricoverato in ospedale per un breve periodo nella clinica psichiatrica di Hall in Tirol. Adang è rimasto fino al 1887 in Antermoia, poi cappellano a Lutago e dal 1893 al 1902 il parroco di San Cassiano dal 1891 al 1893. Morì il 14 maggio 1915 a Picolin.

« 

Chi d' Antermöja,
E da gnera schent de buna vöja;
Por chel tignü sögra belle zacang
Chang chel schcomentscha i diss da ciang.

E la gente d'Antermoia,
è bella gente
Ecco perché già festeggiano la giornata della festa
quando cominciano i giorni del cane.

 »

La sua composizione più nota è La segra d' Antermëia, costituita da 34 versi con schema metrico a rima baciata, spesso irregolari nella lunghezza. È il racconto realistico e vivace della giornata di festa del paese (che è il più più alto del comune di San Martino in Badia) dove era sacerdote. La domenica, dopo la funzione in Chiesa, aveva fatto un pranzo sontuoso e si era ubriacato nella locanda. Si era recato al bagno Valender (uno stabilimento termale tuttora esistente) per essere di nuovo affamato per la cena. Alcuni giocano a carte, altri ballano o bevono il vino per rallegrare il cuore. In serata, infine viene accompagnato dal più caro amico, per tornare in modo che in modo sicuro a a casa. Il giorno successivo, Lunedi, c'è stato del mercato.

Opere[modifica]

Bibliografia[modifica]