Insegnamento nelle lingue minoritarie

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search

Vedi anche Insegnamento nelle lingue minoritarie in Europa

In Italia la legge n. 482/1999 ha riconosciuto ufficialmente e tutelato altre 12 lingue: friulano, ladino, tedesco, sloveno, occitano, francese, francoprovenzale, albanese, greco, sardo, catalano e croato. La legge prevede l'uso ufficiale di tali lingue non solo negli uffici pubblici,ma anche il loro insegnamento nelle scuole

  • L'art. 6 della Costituzione stabilisce che:
    "la Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche".

Lingue riconosciute[modifica]

Note[modifica]

  1. (Art. 2 della legge: 1. In attuazione dell'articolo 6 della Costituzione e in armonia con i princípi generali stabiliti dagli organismi europei e internazionali, la Repubblica tutela la lingua e la cultura delle popolazioni albanesi, catalane, germaniche, greche, slovene e croate e di quelle parlanti il francese, il franco-provenzale, il friulano, il ladino, l'occitano e il sardo).