Lo Stato democratico (superiori)

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Lo Stato democratico (superiori)
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Diritto ed economia per le superiori 1
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 25%.


Lo stato democratico si suddivide in differenti punti:

  • presenta il suffragio universale, dove tutti i cittadini (uomini e donne) possono votare una volta raggiunta la maggiore età;
  • il riconoscimento del pluralismo politico, la libertà per i cittadini di costituire o iscriversi a partiti politici;
  • la tutela dei valori fondamentali, come diritti e libertà (libertà di parola ecc)
  • la forte presenza dello stato nel settore sociale ed economico, perché interviene in maniera molto ampia nella società al fine di attenuare le disuguaglianze all'interno della popolazione
  • il progressivo allargamento dei compiti e dei servizi erogati dallo Stato ha però determinato una forte espansione della spesa pubblica , causata dalla necessità di offrire a tutti i cittadini un numero molto ampio di servizi :

la scuola pubblica , la sanità , le pensioni per le persone anziane e invalidi , i servizi di trasporto ,gli assegni di disoccupazione ( ecc.)

L'aspetto più rilevante di questa forma di Stato è che esso è espresso non di una sola classe sociale, ma rappresenta un compromesso tra le diverse classi sociali, e quindi delle idee e delle culture presenti tra i cittadini. in questo tipo di Stato la Costituzione, garantisce riconosce le regole principali ritenute indispensabili per il corretto funzionamento dello Stato. tra i principali fondamentali che contraddistinguano lo Stato democratico.

In molti Stati democratici l'allargamento dei compiti in ambito sociale ed economico è stato così ampio che si è cominciato ad usare il termine welfare state ( dall'inglese "Stato del benessere" ) o Stato sociale per indicare quegli stati democratici , come l'Italia , in cui c'è una forte presenza nel campo sociale ed economico .

L'espansione della spesa pubblica che ne consegue impone però un aumento dei tributi e il frequente ricorso da parte degli stati a forme di indebitamento crescente .