Area 6 - Valutazione ed autovalutazione del personale (istituzioni scolastiche)

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Area 6 - Valutazione ed autovalutazione del personale (istituzioni scolastiche)
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Concorso nazionale per dirigenti scolastici 2017
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 25%.

L'area 6 riguarda l'ambito della valutazione.

Le domande si aprono con il riferimento alla norma che istituisce il regolamento del sistema di valutazione nazionale DPR 80/2013.

Vengono poi proposte una serie di domande su alcune indagini internazionali:

  • PIRLS (Progress in International Reading Literacy Study). Questa indagine, con cadenza quinquennale, ha come obiettivo principale quello della valutazione comparativa delle abilità di lettura. Coinvolge gli alunni della classe quarta della scuola primaria.
  • TIMSS (Trends in International Mathematics and Science Study), con cadenza quadriennale, che ha come obiettivo quello di valutare le performance degli alunni in matematica e scienze. Coinvolge gli alunni della quarta primaria e terza della secondaria di primo grado.
  • TALIS (Teachers And Learning International Survey) indagine internazionale che coinvolge i docenti della scuola secondaria di primo grado, a cadenza quinquennale
  • PISA (Programme for International Student Assesstement) indagine internazionale, con cadenza triennale, rivolta agli studenti quindicenni. Vengono somministrate prove cognitive di lettura, matematica, scienze e financial literacy
  • ECES indagine condotta nel 2016
  • PIIAC indagine sulla popolazione adulta di età compresa tra i 16 e i 65 anni

La valutazione è normata dal recente D.Lgs 62/2017 e dal DPR 122/2009. Inoltre è da tener presente anche il D.Lgs 13/2013 che riguarda tutto l'aspetto legato alle competenze. Nel decreto 13/2013 vengono definite le tre tipologie di apprendimento: formale, non formale e informale. Inoltre viene definita la competenza come la capacità di utilizzare un insieme strutturato di conoscenze e di abilità acquisite nei contesti di apprendimento formale, non formale o informale.

Dal 1 settembre 2017 entrano in vigore le disposizione contenute nel D.Lgs 62/2017 che abroga in parte il DPR 122/2009. Il D.Lgs 62/2017 disciplina la valutazione e la certificazione delle competenze nel primo ciclo e gli esami di stato nel primo e nel secondo ciclo di istruzione.