Abbigliamento per l'atletica leggera

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Abbigliamento per l'atletica leggera
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Atletica leggera
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 25%.


L´abbigliamento, a parte la semplice apparenza, può essere molto rilevante, soprattutto in condizioni non ottimali di clima (ad esempio pioggia, neve o vento forte etc..) o, soprattutto, terreno (pista scivolosa, terra battuta dissestata o umida etc...)

Calzature[modifica]

La parte più rilevante dell´abbigliamento sono probabilmente le scarpe, di solito chiodate per gare su pista e su terra, ma mai su asfalto o cemento (se i chiodi non si piantano nel terreno risultano estremamente scomodi e si usurano)

Scarpe chiodate[modifica]

Le scarpe chiodate sono molto importanti nell´atletica leggera, fondamentalmente esse garantiscono maggiore aderenza, per questo motivo aumentano le prestaziooni, ma spesso anche la fatica, e soprattutto sforzano muscoli diversi dal normale per cui spesso atleti che iniziano ad usarle avvertono dolore ai polpacci.

Corsa su terra[modifica]

Sulla terra battuta o nella corsa campestre le scarpe chiodate garantiscono una presa sicura, in realtá su un terreno asciutto servono solo per i cambiamenti di direzione (frequenti nella corsa campestre) mentre sono estremamente utili sul terreno bagnato o leggermente ghiacciato (garantiscono più spinta quindi una maggiore accelerazione con meno fatica) nel caso di ghiaccio troppo duro, come per il cemento, le scarpe chiodate sono praticamente inutilizzabili (sarebbe come correre con le pinne). Per la corsa i chiodi più usati sono da 6 mm e da 9 mm, anche se talvolta si usano quelli d 12 mm o perfino 15 mm (entrambi vietati nelle campestri, anche se di rado vengono controllati) e si trovano nella parte anteriore della scarpa.