Wikiversità:Sondaggi/criteri

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search

Criteri

  1. Qualunque utente registrato che possegga i requisiti di voto può proporre un sondaggio, dopo una discussione preparatoria proporzionata all'importanza del sondaggio.
  2. Può partecipare con il proprio voto qualunque utente registrato che all'avvio della votazione abbia i requisiti relativi alle votazioni sulle pagine.[1]
  3. Qualunque quesito riconducibile ad una scelta binaria («sí/no», «sinistra/destra», «piccolo/grande») può essere proposto.
  4. Nella discussione preparatoria di un sondaggio si decide la durata, che non può comunque essere inferiore a trenta (30) giorni.
  5. Il quorum minimo di partecipanti è di cinque (5) utenti registrati.
  6. L'esito del sondaggio è dato dal parere espresso dalla maggioranza semplice dei partecipanti. In caso di parità il sondaggio è nullo.
  7. Il risultato del sondaggio viene immediatamente applicato.
  8. Le decisioni adottate mediante sondaggio possono essere modificate tramite un nuovo sondaggio oppure a seguito di discussioni partecipate da un numero di utenti adeguato all'importanza della questione e alla partecipazione al precedente sondaggio,[2] dalle quali emerga un chiaro consenso.
  9. Per riproporre un sondaggio uguale o analogo a uno precedente (ossia in grado di sovvertirne o alterarne gli effetti) devono intercorrere almeno 3 mesi dalla fine di quello. Tale limite non si applica nel caso di sondaggi interrotti prima della conclusione per motivi formali o procedurali o qualora sia stato esplicitamente proposto un sondaggio in più fasi.
  10. Una volta avviato un sondaggio, è vietato a chiunque modificare il testo del quesito proposto. Se necessario, il proponente può però aggiungere dei paragrafi esplicativi.


Note[modifica]
  1. Ossia che abbia effettuato almeno 50 modifiche indistinte, la prima delle quali almeno 30 giorni prima dell'avvio della votazione.
  2. L'adeguatezza della partecipazione va valutata secondo buon senso e non in termini di mera equivalenza numerica.