Vincent Van Gogh (scuola media)

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Vincent Van Gogh (scuola media)
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Arte e immagine per la scuola media 3
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 25%.

Vincent Willem van Gogh è considerato un postimpressionista, precursore dell'Espressionismo, ed è uno dei più conosciuti e interessanti pittori europei. Sebbene oggi le sue opere siano tra le più quotate, van Gogh visse una vita povera e anche drammatica, infatti era tormentato dalla malattia mentale che gli portava allucinazioni e attacchi di panico, e che ancora oggi rimane sconosciuta.

Autoritratto del 1887

Infanzia, studi e primi lavori[modifica]

Ritratto di Paul Gauguin del 1888

Vincent nasce in Olanda nel 1853. Figlio di un pastore protestante, non si dedica subito alla vita artistica. Studia da autodidatta e impara a Zevenbergen il francese, l'inglese e il tedesco prima di iniziare a dipingere. Il primo lavoro era nella succursale di una casa d'arte perigina e poi nelle sedi dell'Aja di Londra e Parigi. Molto importante per la sua carriera fu il viaggio nei villaggi minatori durante la sua vocazione religiosa, dove crea un forte legame con i lavoratori più poveri tanto da protestare assieme a loro durane gli scioperi. Qui dipinge uno dei suoi più famosi dipinti: Mangiatori di patate. Nel quadro sono raffigurati dei contadini che consumano un povero pasto, accerchiati da colori scuri e cupi, per enfatizzare la situazione.

Mangiatori di patate, 1885

Si trasferisce definitivamente a Parigi nel 1875. Qui viene in contatto con i maggiori impressionisti dell'epoca tra i quali Paul Gaugin, che diventerà poi un suo grande amico. Si appassiona anche alle stampe giapponesi.

Il fratello Theo[modifica]

Fine della carriera[modifica]

Diffusione delle opere[modifica]