Soggetto (scuola media)

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Soggetto (scuola media)
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Lingua italiana per la scuola media 1
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 50%.

Soggetto e Predicato sono gli elementi essenziali di ogni frase o proposizione: il soggetto è, infatti, il primo argomento del verbo ed è presente in tutte le frasi, con l’eccezione di quelle con il verbo impersonale. Per la loro natura, il soggetto e il predicato hanno un rapporto strettissimo: esistono e agiscono l’uno in funzione dell’altro Il soggetto è l’elemento di cui il predicato dice qualcosa:

  • Es .: un’ azione compiuta dal soggetto = io cammino
  • Es.: un’azione subita dal soggetto = io mi lavo
  • Es.: un’azione compiuta e subita dal soggetto = io mi sono fratturato quando mi lavavo
  • Es.: uno stato del soggetto = il nonno sta bene

In queste frasi il soggetto è:

  • L’elemento intorno al quale il predicato dice qualcosa
  • L’elemento con il quale il predicato concorda morfologicamente, ciò è nella persona, nel numero e talvolta nel genere Es .: noi amiamo tutti
  • L’elemento di cui il verbo ha bisogno come 1 ° argomento

Tutte le categorie grammaticali possono fare da soggetto:

  • Il nome: Es.: gli amici giocano
  • Il pronome: Es.: lui gioca
  • Gli aggettivi: Es.: l’importante è partecipare
  • I verbi: Es .: leggere mi piace
  • Gli avverbi: Es .: il domani sarà bello
  • Le congiunzioni .: i se e i ma non risolvono il problema
  • Le preposizioni: Es .: “tra ” è una preposizione semplice

Anche un’ intera proposizione, detta per questo proposizione soggettiva, può fare da soggetto: Es .: Mi piacerebbe andare a letto

Il Gruppo del Soggetto[modifica]

Il soggetto può essere costituito da una sola parola preceduto dal’ articolo: es .: La mela rossa o da più parole che formano un sintagma nominale Es.: I miei nuovi alunni sono chiassosi In certi casi il sintagma nominale, che ha come centro il nome-soggetto, può essere arricchito da un gruppo di parole introdotte da un preposizione, è il sintagma preposizionale ( complemento di specificazione): Es.: I miei alluni di montagna sono chiassosi L’insieme di parole che ruota intorno al nome-soggetto si chiama gruppo nominale del soggetto o gruppo del soggetto.

Il Soggetto Partitivo[modifica]

Nella frase il soggetto non può essere mai preceduto da preposizioni. Ma in certi casi il soggetto può essere introdotto dalle preposizione articolata (del, dello, della, degli, delle ) in funzione di articolo partitivo per indicare quantità generica (es: un po’ di …) o numero imprecisato ( es.: alcune ). Il soggetto introdotto dalle proposizione di articolata si chiama soggetto partitivo

Il Posto del Soggetto[modifica]

Il soggetto di solito precede il predicato: Es.: Luciano è il figlio di barbara Infatti, in italiano, nell’ordine normale degli elementi sintattici, il soggetto - che coincide con il TEMA (quello di cui si parla ) del discorso che è considerato un ‘informazione nota al destinatario -tende a essere messo a sinistra della frase, prima del predicato –che coincide con il REMA (quello che si dice del tema ) e che è considerato il nuovo, ciò è l’informazione che il destinatario non conosce ancora: Es.: Daniele (soggetto ) ha studiato (predicato )

La collocazione del soggetto prima del predicato è fondamentale per una corretta interpretazione del messaggio in frasi come: Es .: Nicholas scoccia Anna dove solo la sequenza soggetto +predicato + complemento oggetto consente di distinguere il soggetto +predicato +complemento oggetto consente di distinguere il soggetto (posto prima del verbo ) dal complemento oggetto. Ma il soggetto può essere posto anche dopo il verbo,

  • Nelle frasi esclamative che esprimono preghiera o augurio “si ringrazia il cielo !”
  • Nelle frasi esclamative tipo “Come è bella la tua casa”
  • Nelle frasi che introducono il discorso diretto: “vai al mercato” disse la mamma
  • Nelle frasi del tipo: ”Come è bella la tua casa ”
  • Nelle frasi di tipo “mi è venuto sonno ”
  • Nelle espressioni di tipo c’è chi, ci sono persone che, c’era una volta un principe che: (C’è chi tende a drammatizzare ).

Altri casi derivano da una volontà comunicativa precisa, una cosa è dire: Daniele ha studiato e un'altra cosa è dire: Ha studiato Daniele In questo caso ha studiato e il tema e Daniele il rema. Il soggetto può essere sottinteso: Il Soggetto, in italiano, resta sottinteso, ciò è non è espresso, quando Il senso della frase è di sé chiaro. Ciò succede:

  • Quando il soggetto è un pronome personale di prima o seconda persona singolare o plurale (io –tu –noi –voi ) perché in queste frasi si deduce la desinenza del verbo:

Es.: Vieni (tu), camminiamo(noi ), gioco (io), venite (voi). Il pronome soggetto invece viene espresso:

  • Quando il pronome è rafforzato da anche, neanche, neppure, persino, solo, soltanto .: “nemmeno tu sai quello che voi ”
  • Quando si vuole mettere in evidenzia il pronome, come nella contrapposizione: ”voi fate chiasso e io non vi faccio fare ricreazione “
  • Quando il verbo è all’imperativo: Es .: Vieni vicino
  • Quando il soggetto risulta chiaro da ciò che si è detto o scritto prima: Es .: Anna sta tirando oggetti, strano non lo fa mai
  • Nella risposta a una frase già fornita da un soggetto: Es.: ”Come sta Marco? ” “sta meglio, grazie ”

Il soggetto può mancare del tutto.

Talvolta in una frase il soggetto può mancare, non perché è sottinteso ma perché manca del tutto. Ciò succede nelle frasi che contengono un verbo impersonale che indica i fenomeni atmosferici ciò è un verbo a “zero argomenti ”.

ES.: Nevica ormai da ventiquattr’ore.

Valore impersonale ha anche la terza persona plurale in frasi come ”Ti vogliono al telefono ”o in frasi rese impersonali dalla particella si – il cosiddetto impersonale –alla 3 ° persona singolare di un verbo: qui si chiacchiera troppo. In questi casi il soggetto mancante perché chi parla non sa o non vuole dire che sia il soggetto.

Altri progetti[modifica]

Altri progetti