Programma scuola primaria italiana

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
programma
Programma scuola primaria italiana
Tipo di risorsa Tipo: programma
Materia di appartenenza Materia: Programmi scolastici italiani


Il programma della scuola primaria italiana è il programma di studi della scuola primaria in Italia ed è strutturato in 5 anni. Le indicazioni nazionali forniscono gli obiettivi generali, gli obiettivi di apprendimenti e i traguardi per lo sviluppo degli studenti in ciascuna disciplina. Nell’organizzazione delle lezioni e nell'effettivo programma delle discipline, la scelta dei libri di testo scolastici ha un grande impatto sui contenuti e i metodo insegnati, così come è impatto le prove nazionali INVALSI, che certificano a livello nazionale le competenze degli studenti.

Discipline[modifica]

Le discipline di studio sono: Italiano

Lingua inglese

Storia

Geografia

Matematica Scienze

Musica

Arte e immagine

Tecnologia

Cittadinanza e Costituzione[1]

Educazione fisica

Programma per classe[modifica]

Quarta elementare

Quinta elementare

Note[modifica]

  1. introdotta dalla legge 169 del 30 ottobre 2008

Bibliografia[modifica]

Quadro legislativo di riferimento[modifica]

  • decreto ministeriale 254 del 2012 ha individuato le discipline di studio per gli alunni delle scuole primarie (obbligatorie dall’anno scolastico 2013/2014).
  • DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 giugno 2009, n. 122
  • DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 20 marzo 2009 N. 81. Norme per la riorganizzazione della rete scolastica e il razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane della scuola, ai sensi dell'articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133. (09G0089)
  • LEGGE 30 ottobre 2008 N. 169. Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 1° settembre 2008, n. 137, recante disposizioni urgenti in materia di istruzione e università.
  • DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 20 marzo 2009, n. 89
  • Decreto legislativo 297 del 1994
  • LEGGE 28 marzo 2003, n. 53