Posizione Anatomica

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
Nuvola apps important.svg
Croce bianca e rossa.svg

Attenzione: le informazioni riportate non sono state necessariamente scritte da professionisti, potrebbero essere quindi incomplete, inaccurate o errate. Usa queste informazioni a tuo rischio e ricorda che i contenuti hanno solo fine illustrativo, non sostituiscono il parere medico e non garantiscono una corretta formazione professionale. Leggi le avvertenze.

lezione
Posizione Anatomica
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Anatomia umana

Posizione Anatomica[modifica]

Parlando dell'anatomia del corpo umano, è utile considerare il corpo in una posizione standard. Questo ci permette di visualizzare correttamente le varie parti del corpo e le rispettive posizioni in modo da descriverle accuratamente e con minor problemi. Questa è la posizione anatomica. Un individuo in posizione anatomica è in piedi con braccia lungo il corpo, mani aperte e distese e con il palmo delle mani rivolto in avanti. Piedi, occhi e testa guardano avanti.

Il piano anatomico del corpo

Piani del corpo[modifica]

Ci sono tre piani del corpo usati per distinguere la posizione e l'orientamento delle varie parti. Ci sono:

  • il Piano sagittale - Questo piano scorre attraverso il corpo dalla testa ai piedi e divide il corpo in parte destra e parte sinistra. Ogni piano parallelo a questo è conosciuto come piano sagittale.
  • Piano Coronale - Questo piano corre dalla testa ai piedi e divide il corpo in due parti, quella anteriore e quella posteriore.
  • Piano Trasversale - Questo piano corre dalla parte posteriore a quella frontale e divide il corpo in due parti, superiore ed inferiore.
  • Piano Obliquo - Qualsiasi piano che scorre attraverso il corpo senza essere parallelo ai tre sopra descritti.

Termini Anatomici[modifica]

Alcuni termini anatomici vengono usati allo scopo di migliorare la comprensione della posizione e dell'orientamento delle varie parti del corpo.

  • Laterale e mediale - Rispettivamente più lontana o più vicina al piano mediale.
  • Superiore e inferiore - Rispettivamente più vicina alla testa o più vicina ai piedi.
  • Anteriore e posteriore - parte frontale del corpo o parte opposta, rispettivamente .
    • Anche ventrale e dorsale.
  • Superficiale e profondo - le strutture superficiali sono più vicine alla pelle; quelle profonde, più lontane.

Per i fianchi si usano questi termini:

  • Distale e prossimale - Lontano o vicino alla connessione del bacino al tronco.

Questi termini vengono utilizzati per combinare meglio parti del corpo più difficili da descrivere, come anterolaterale, cioè sulla porzione anteriore del corpo ma lontano dal piano mediano.

Esempi[modifica]

  • Le vertebre della spina dorsale sono posteriori ai muscoli addominali.

Movimenti[modifica]

Tutti gli atti movimento sono considerati uno o una combinazione dei termini seguenti:

  • Flessione - riduzione dell'angolo tra ossa o parti del corpo. Si applica solo al movimento lungo il piano sagittale o mediano. Un esempio di flessione del braccio è sollevare una bottiglia . Applicato al tronco, questo termine significa piegarsi in avanti.
  • Estensione - aumento dell'angolo tra ossa o parti del corpo. Si applica solo al movimento lungo il piano sagittale o mediano. Applicato al tronco, questo termine significa piegarsi all'indietro. È l'opposto di flessione.
  • Adduzione - riduzione dell'angolo tra ossa o parti del corpo. Si applica solo al movimento lungo il piano coronale. Un esempio di adduzione è quello di portare le braccia dall'esterno alla posizione anatomica.
  • Abduzione - Aumento dell'angolo tra ossa o parti del corpo. Si applica solo al movimento lungo il piano coronale. Un esempio di abduzione è quello di stendere le braccia verso l'esterno come fossero due ali. È l'opposto dell'adduzione.
  • Rotazione - movimento del bacino in senso orario (lateralmente) o antiorario (medialmente).
  • Pronazione - questa è la mezza rotazione della mano. Prono significa che il palmo è voltato indietro.
  • Supinazione - rotazione della mano quando il palmo guarda avanti. La mano è supina (guarda avanti) nella posizione anatomica.
  • Protrusione - movimento anteriore di un qualcosa. Termine spesso applicato alla mandibola.
  • Retrusione - opposto d protrusione.
  • Elevazione - movimento superiore. Termine applicato alle spalle (es.:stringere le spalle è elevazione)
  • Depressione - movimento inferiore, opposto di elevazione.
  • Circumduzione - è un caso speciale di movimento riguardante adduzione, flessione, estensione e abduzione. Il movimento risultante è una traiettoria circolare. La spalla è l'unica articolazione capace di circumdurre.

Casi Speciali[modifica]

In alcuni casi il significato dei piani anatomici non è chiaro o è leggermente diverso. Nascono così nuove definizioni di movimento. Le parti interessate sono il piede, la lingua, la mano, il cervello.

Piede e mano[modifica]

La palma (agg. palmare) della mano corrisponde alla pianta (agg. plantare) del piede, ed il dorso della mano corrisponde al dorso del piede.

Da questo, il termine dorsiflessione significa flettere in alto ed il termine plantarflessione, significa estendere verso il basso.

Il termine volare, usato soprattutto in ortopedia, è sinonimo di palmare e plantare.

Il piede può compiere anche altri movimenti grazie alla giunzione tibio-tarsica:

  • Eversione - il movimento della pianta lontano dal piano mediano.
  • Inversione - il movimento della pianta verso il piano mediano

La mano è supina nella posizione anatomica:la rotazione della mano in modo che il palmo guardi dietro è detta pronazione e l'inverso, supinazione.

Altro[modifica]

.

La lingua è in fuori (mostra il lato che percepisce i sapori).