Introduzione all'informatica del diritto

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Introduzione all'informatica del diritto
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Informatica del diritto
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.

Con Informatica del Diritto si indica l'insieme di leggi e norme che regolano i rapporti tra fornitori di apparecchiature e servizi informatici ed utenti finali. È un settore di specializzazione particolarmente in crescita negli ultimi anni, coerentemente con il maggior numero di utenti che utilizzano internet ed alla sempre maggiore informatizzazione di servizi bancari e di pubblica amministrazione.

Alcune di queste leggi sono applicazioni di principi generali. Ad esempio le garanzie sulle apparecchiature che sono assimilati ad un qualsiasi elettrodomestico.

Altre invece sono specifiche e spesso inseguono più che governano l'evoluzione tecnologica e periodicamente assurgono agli onori della cronaca. È il caso della fiscalità per il commercio elettronico, del diritto d'autore soprattutto legato al commercio/scambio di opere musicali e cinematografiche, della brevettabilità del software, delle questioni sollevate dall'Open Source, dalla sicurezza informatica, dalla libertà di espressione, dal trattamento dei dati personali o dal diritto alla privacy, solo per citare i più noti.

Alcuni dei principali aspetti legati all'informatica sono elencati di seguito. I dettagli relativi alle soluzioni legislative adottate poi variano da paese a paese.

Le Aree Soggette a Regolamentazione[modifica]

Vi sono molte aree dell'attività informatica che sono soggette a regolamentazione o influenzate da leggi vigenti. Innanzitutto vi è la cosiddetta Proprietà Intellettuale in genere, specie per quanto riguarda i supporti (soprattutto cd e dvd) ed i contenuti digitali (musica, film, videogiochi ed i programmi in generale...): in particolare, il Copyright, il Fair Use e regolamenti specifici per la limitazione delle duplicazioni (Copy Prevention). Molto sentito è anche il problema della pirateria legato ad Internet, con la diffusione dei contenuti attraverso i sistemi distribuiti Peer to Peer. La Brevettabilità del Software è un argomento controverso ed in costante evoluzione in Europa ed altrove.

Gli argomenti collegati a licenze Software, accettazione di licenze Software, Software libero e Open Source possono implicare discussioni sul diritto del prodotto, responsabilità professionale del singolo sviluppatore, garanzie, contratti, segreti professionali e proprietà intellettuale. Ad esempio, ancora all'inizio del 2004, nessun tribunale si è espresso sulla validità delle licenze open-source.

In molti Stati, le industrie della informatica e della comunicazione sono regolate - spesso in modo restrittivo - dai rispettivi governi. Esistono leggi che stabiliscono principi a cui i computer e le reti devono sottostare; in particolare ci sono regole su Cracking, Privacy e Spamming (invio di posta indesiderata). Ci sono anche limiti all'uso di crittologia e di programmi che possono essere usati per violare sistemi di protezione da copia. Anche l'esportazione di hardware e software tra certi Stati è sottoposta a controllo. Ci sono leggi che governano il commercio elettronico (ovvero la compravendita di beni e servizi attraverso Internet), la tassazione, la protezione del consumatore e la pubblicità.

Esistono leggi sulla censura contro la libertà di espressione, regole sull'accesso pubblico a informazioni governative e accesso individuale ad informazioni tenute da soggetti privati. Ci sono leggi su quali i dati devono essere mantenuti per obbligo di legge, e quali non possono essere raccolti o memorizzati, per motivi privati.

In certe circostanze e giurisdizioni, le comunicazioni tra computer possono essere usate come prove e per stabilire contratti. Nuovi metodi di controllo e sorveglianza hanno reso possibile attraverso i computer avere differenti legislazioni su come possono essere usati come prove processuali o dalla polizia.

Una serie di problemi legali e dibattiti è poi generata dall'introduzione di apparecchiature per il voto elettronico (potenzialmente utilizzabile attraverso reti di comunicazione di massa come Internet o le reti cellulari).

Alcuni Stati infine limitano l'accesso a Internet, sia mediante leggi apposite che mediante metodi tecnici.

La Giurisdizione[modifica]

Con la diffusione planetaria di Internet, la Giurisdizione è un problema molto sentito e di difficile soluzione, in parte per l'effettivo problema della delocalizzazione geografica, e poi anche perché i giudici dei diversi paesi hanno preso posizioni diverse su quanto pubblicato in Internet o sugli accordi commerciali stipulati per prodotti e servizi venduti via Internet (Commercio Elettronico).

Fra le altre maggiori problematiche aperte ci sono quelle sollevate dall'applicazione delle Leggi sui Contratti, Tassazione sulle Vendite e garanzie commerciali, le regolamentazioni per perseguire le Intrusioni nei Sistemi Informatici, Privacy, Spamming e la Scrittura e Diffusione dei Virus Informatici. Da non dimenticare, inoltre, anche aree più propriamente politiche come la Libertà di Espressione, Censura, l'Uso Criminale della Rete (es. Pedofilia), Incitamento a Delinquere...

Alle volte, si ventila l'Idea di un "Cyberspazio" Senza Leggi. È però l'opinione dei più che tale stato di cose non è desiderabile; occorrerebbe, invece, una armonizzazione delle diverse legislazioni per garantire la certezza del diritto ed evitare disparità di trattamenti.

Non si deve dimenticare, inoltre, che l'articolo 19 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo si richiama alla protezione della libertà di espressione in tutti i mezzi di comunicazione.

Il Governo/Controllo/Limitazioni di Internet[modifica]

Per quanto riguarda la giurisdizione su Internet, la questione del Governo di Internet è un argomento estremamente dibattuto nei consessi internazionali come l'International Telecommunication Union (ITU). Il ruolo di istituzioni tecniche di controllo della rete, come ad esempio l'Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN) ed il suo controllo essenzialmente statunitense, è messo sempre più spesso in discussione.