Il Risorgimento (scuola media)

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search

Informazioni su Vikidia:wikimeup

lezione
Il Risorgimento (scuola media)
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Storia per la scuola media 3
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 25%.

Il Risorgimento è una serie di avvenimenti che portò l'ItaliaVK all'unità e all'indipendenza. L'Italia diventò un paese unito e libero dalla dominazione austriaca.

Congresso di Vienna[modifica]

Tra l'ottobre del 1814 e il giugno 1815, si tenne il congresso di ViennaVK con i rappresentanti dei principali stati europei cioè Gran Bretagna, Prussia, Russia e Austria, per ristabilire il potere dei sovrani assoluti in Europa e riportare il continente nella situazione prima di Napoleone. Durante il Congresso furono applicati due principi:

  • legittimità = tutti i re europei sarebbero dovuti tornare a regnare sui troni da loro occupati prima della rivoluzione francese.
  • equilibrio tra le potenze = ridefinire i confini europei per evitare che si formasse uno stato più forte e potente degli altri.

Nuove idee risorgimentali[modifica]

Come obbiettivo c'è l'unificazione d'Italia ma per questa ci sono varie idee: I federalisti e i moderati. I federalisti come Vincenzo Gioberti(un abate), il quale voleva che il liberalismo e la religione cattolica fossero d'accordo. E inoltre pensava che non ci potesse essere una buona politica in Italia, così aspiravano a l'unificazione degli stai italiani con a capo il Papa e protetta militarmente dal Regno di Sardegna. I moderati come Cesare Balbo che indicavano capo della confederazione Carlo Alberto. Carlo CattaneoVK un convinto federalista voleva che l'Italia fosse uno stato repubblicano e democratico.

Quiz su idee risorgimentali[modifica]

  

Quali sono le idee risorgimentali?

unione con l'Austria
federalismo repubblicano e federalismo cattolico
monarchia assoluta


1848 i moti[modifica]

Nel 1448 in tutta Europa scoppiarono moti insurrezionali. In Italia i moti portarono: -a Palermo:secessione dal regno di Napoli -a Napoli: Ferdinando secondo di Borbone concede costituzione -in Toscana Leopoldo D'Asburgo concede costituzione -Stato Ponteficio Papa Pio IX concede costituzione -in Piemonte Carlo Alberto di Savoia concede statuto Albertino

scoppia una rivolta a Vienna e il Lombardo-Veneto venne messo sotto il dominio austriaco e prima Venezia e poi Milano insorgono.

Quiz sui moti del 1848[modifica]

Carboneria[modifica]

Per via del congresso di Vienna la popolazione fu contraria a varie decisioni e così nascono associazioni segrete dette Carboneria. Queste organizzarono vari moti rivoluzionari, nel 1820-1821 e nel 1830 ma tutti fallirono, anche perché pochissimi parteciparono.

La prima guerra di indipendenza[modifica]

Dal 23 marzo 1848 al 22 agosto 1849. Fu combattuta dal regno di Sardegna e dai volontari italiani contro l'impero austriaco e altre nazioni conservatrici. Carlo Alberto vince a Gotto e a Pescheria ma le truppe italiche lo abbandonano e viene sconfitto a Custoza e gli austriaci rientrano a Milano.

Quiz su idee risorgimentali[modifica]

Per risorgere l'Italia cosa doveva fare?

໐ diventare un paese unito ໐ essere dipendenti da domini stranieri ໐ non essere dipendenti da domini stranieri

La seconda guerra di indipendenza[modifica]

La seconda guerra d'Indipendenza venne svolta tra il 29 aprile 1859 fino all'11 luglio 1859. Fu combattuta dalla Francia dal regno di Sardegna contro l'Austria. Napoleone III si allea con l'Austria, Lombardia annessa al regno di Sardegna a nord ci fu pace ma nel resto d'Italia continuano le insurrezioni.

Quiz su ...[modifica]

Tra chi furono gli accordi di Plombieres?

໐ tra Cavour e Napoleone III ໐ tra Cavour e l' Austria ໐ tra Cavour e la Francia

La terza guerra di indipendenza[modifica]

Quiz su ..[modifica]

La presa di Roma[modifica]

Quiz su ..i[modifica]

Unità d'Italia[modifica]

Quiz su ..[modifica]

Verifica delle conoscenze[modifica]

Note[modifica]

Bibliografia[modifica]

  • Di tempo in tempo, Silvio Paolucci - Giuseppina signorini - Luciano Marisaldi, Zanichelli, 2017, Bologna

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]