I Doveri Costituzionali

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
I Doveri Costituzionali
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Diritto pubblico generale
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.

Vari sono i riferimenti in Costituzione ai Doveri Costituzionali dei cittadini ma per lo più sono principi non facilmente riconducibili a regole di comportamento. Ad esempio il Dovere di Fedeltà alla Repubblica previsto dall'articolo 54 della Costituzione. Si è fatta strada la tendenza a considerarlo un principio di bilanciamo e funzionalizzazione dei diritti di libertà ed è stato usato per reprimere il dissenso politico "radicale" nella "guerra fredda" e certe democrazie "protette" come la Germania Federale e gli Stati Uniti d'America. Esso assume senso quindi nei confronti di chi ha una carica pubblica mentre nella generalità dei cittadini indica tautologicamente il rispetto della Costituzione e delle leggi. Altri doversi ono il Dovere di Difesa della Patria (articolo 52 della Costituzione) e il Dovere di Pagare le Tasse (artciolo 53 della Costituzione). Al primo corrisponde l'Obbligo del Servizio Militare anche se dal 2005 la leva obbligatoria è stata sospesa ms chiaramente il dovere si riallarga in caso di guerra a tutti i cittadini non solo i militari. Al secondo Dovere cioè di pagare le tasse in ragione delle proprie capacità contributive corrisponde il dovere dello Stato di creare un sistema tributario informato a criteri di progressività. In questo caso si ritrova la doppia anima del Principio di Eguaglianza. La capacità contributiva corrisponde al principio di eguaglianza formale mentre la regola della progressività corrisponde al principio di eguaglianza sostanziale.

Le Prestazioni Imposte[modifica]

L'articolo 23 della Costituzione detta una disciplina generale degli obblighi e dei doveri specifici di prestazioni personali o patrimoniali. Essa è però una riserva di legge solo relativa nonostante molti vedono in essa il prototipo del principio di legalità e quindi della limitazione del potere autoritativo al fondamento della legge. Si dubita se il Divieto delle Prestazioni Imposte abbia una origine storia risalente. Oggi si tende però a confonderli con le Prestazioni Tributarie e quindi alla previsione dell'articolo 23 della Costituzione si aggiungono quelle viste all'articolo 53 della Costituzione (Proporzionalità e Progressività). Anche la Espropriazione di cui all'articolo 42 della Costituzione può essere vista come una "specie" di prestazione imposta. Altri tipi sono di carattere patrimoniale (esempio tariffe e tributi per servizi essenziali gestiti in via esclusiva da enti pubblici) mentre quele personali sono marginali (ad esempio l'obbligo di spalare la neve di fronte alla proprietà privata).