Fugassa de Pasqua

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Fugassa de Pasqua
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Pane e focacce (Cucina e alimentazione)
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.


Informazioni Generali[modifica]

La Focaccia Veneta (in lingua veneta Fugassa o Fugassin) è un pane lievitato dolce analogo a colomba pasquale o pandoro.

Originariamente questo era il dolce dei poveri. In occasione delle feste veniva preso l'impasto base del pane e gli venivano aggiunte uova, burro e zucchero (tutto in quantità moderata dati i costi). Poi il dolce veniva cotto nei forni a legna.

In seguito questo dolce è stato 'adottato' dalle pasticcerie fino a diventare più raffinato ed elaborato.

Dovendosi adeguare alle sofisticazioni e complicazioni del palato del mondo moderno, ha perso la semplicità di un tempo. Lo stesso dolce lo si ritrova in diverse versioni spostandosi di paese in paese. Ogni zona o paese del Veneto applica delle varianti che lo rendono unico di posto in posto.

La ricetta è a base di farina, uova, burro e alcuni aromi fondamentali (marsala, cedro, vaniglia). Data la bassa quantità di burro risulta come un dolce leggero.

Ricetta[modifica]

La preparazione della focaccia richiede tempi di lievitazione piuttosto lunghi e per questo può sembrare "faturosa", in realtà richiede pochi, ma sicuri interventi. Lo schema di procedimento è semplice e si riassume così

  1. preparazione della guarnizione,
  2. preparazione del panetto lievitante,
  3. impasto della prima metà degli ingredienti,
  4. impasto definitivo,
  5. ultima lievitazione,
  6. decorazione
  7. cottura.

Ingredienti[modifica]

  • 500 gr di farina bianca
  • 160 gr. di burro
  • 150 gr. di zucchero
  • 50 gr. di mandorle
  • 6 tuorli d'uovo
  • 20 gr. di lievito di birra
  • sale

Preparazione[modifica]

  1. Scottare le mandorle, pelarle e tagliarle a fette.
  2. Sciogliere il lievito in poca acqua tiepida, poi unirlo in una terrina a 100 gr di farina, e poca acqua per impastare; quando il panetto assume una bella consistenza liscia come quella della pasta da pane, metterlo nella sua terrina e porloa lievitare, coperto da un telo in un luogo tiepido per circa 2h. In questo tempo il panetto raddoppierà il suo volume.
  3. Quando il panetto sarà ben lievitato, si impastata assieme a 200 gr. di farina, 80 gr. di burro ammorbidito, due tuorli d'uovo e 100 gr di zucchero. Lavorare ben bene, formare una palla di pasta, rimetterla nella terrina, coprirla con un tovagliolo e porla nuovamente in un luogo tiepido, lasciandola lievitare ancora per due ore.
  4. Trascorso questo tempo, impastare con altri 200 gr. di farina, 70 gr. di burro ammorbidito, 50 gr. di zucchero, 3 tuorli d'uovo e un pizzico di sale. Lavorare ben bene, formare una palla di pasta, rimetterla nella terrina, coprirla con un tovagliolo e porla nuovamente in un luogo tiepido.
  5. Questa volta lasciar lievitare per sei ore.
  6. Trascorso questo tempo, formare una focaccia, mettetela in una tortiera imburrata e infarinata. Pennellare la superficie con l'ultimo tuorlo d'uovo sbattuto. Cospargere la superficie con mandorle tagliuzzate e granella di zucchero.
  7. Infornate per circa un'ora a 180°.