Frittelle ebraiche

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Frittelle ebraiche
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Antipasti (Cucina e alimentazione)
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.

Le Frittelle Ebraiche sono una ricetta che si tramanda da generazioni tra le famiglie di religione ebraica. Sono composte da elementi molto poveri e semplici, ma nell'insieme molto nutrienti.

Informazioni Generali[modifica]

Frittelle[modifica]

Le Frittelle

Le Frittelle sono vivande fritte di forma solitamente tondeggiante. Possono essere sia dolci che salate.

Storia[modifica]

Questo piatto, anticamente diffuso in gran parte del Mediterraneo, si dice che fosse conosciuto ai tempi dell'Antica Roma, e probabilmente ancor prima di essa. Infatti gli antichi romani chiamavano questi dolci frictilia. In seguito il piatto ebbe nuovo sviluppo in terra spagnola per poi diffondersi ovunque. In Italia svariate regioni lo annoverano tra i propri piatti tipici o a marchio P.A.T. o Dop e ognuno dà a questa pietanza un diverso nominativo. Consumate abitualmente o durante le festività, le frittelle vengono mangiate in molti paesi del mondo.

Anche a Venezia le frittelle ebbero un successo clamoroso fino a che furono nominate il dolce nazionale della Repubblica Serenissima, in tutto il territorio veneto e friulano divennero presto amate da tutti; le frittelle non venivano fatte da chiunque, solo dai cosiddetti "fritoleri". Il mestiere dei "fritoleri" era una vera e propria corporazione che si era divisa il territorio nella propria area di esclusività, vi si poteva entrare solo avendo un padre "fritolero" e questa strategia permise alla corporazione di sopravvivere fino alla fine del diciannovesimo secolo.

Tipi di frittelle[modifica]

Le frittelle sono confezionate in un modo diverso e tipico in paesi diversi:

  • Krapfen
  • Frìtole
  • Castagnole
  • Farsò; frittelle di San Giuseppe
  • Frittelle di riso di san Giuseppe
  • Frittelle di Carnevale (Castel Goffredo)
  • Frittelle di San Giuseppe di Pitigliano
  • Patacia
  • Pancake
  • Loukoumades
  • Laciada
  • Panella
  • Pastacresciute
  • Zeppola
  • Churro
  • Seadas
  • Zeppola di riso
  • Frittelle di San Martino (Molfetta)

Ricorrenze[modifica]

  • Il 30 aprile si celebra ad Isnello (PA) l'annuale Sagra della Frittella.
  • In maggio a Sambuca Val di Pesa, frazione di Tavarnelle Val di Pesa, si celebra la sagra della frittelle cucinate con i fiori di acacia.

Curiosità[modifica]

  • La ricetta delle frittelle (1300) viene identificata come il più antico documento di cucina veneziana. Viene custodito nella Biblioteca Nazionale Canatense a Roma.

Abbinamenti consigliati[modifica]

  • L'Alta Langa spumante rosato, ha un sentore che ricorda il lievito, la crosta di pane e la vaniglia, di sapore secco, sapido ben strutturato, perciò può esser servito come spumante da dolci e da dessert a tavola, fresco, ad una temperatura di 9-11 °C. L'Alta Langa spumante rosato ben si accompagna ai fritti in generale, quindi ideale col suo sapore secco ripulire il dolciume delle frittelle.
  • Monferrato Chiaretto o Ciaret.

Ricetta[modifica]

Ingredienti[modifica]

  • 2 patate.
  • 2 1/2 cucchiai di farina.
  • 1/2 bicchiere di acqua effervescente.
  • 1 uovo.
  • 50 gr di parmigiano.

Preparazione[modifica]

  1. Tagliate le 2 patate alla julienne, grattugiate il parmigiano, versate 1/2 bicchiere di acqua effervescente, aggiungete un uovo e 2 cucchiai e 1/2 di farina. Messo tutto in una terrina, mescolate gli ingredienti fin quando non otterrete una pasta cremosa.
  2. Mettete una padella sul fuoco e riempitela per metà di olio per friggere. Prendete un cucchiaio e riempitelo per metà del composto; appoggiatelo dentro l'olio e schiacciate dolcemente con una forchetta. Fate lo stesso fin quando la padella non sarà piena.
  3. Friggete il tutto e, quando le frittelle saranno dorate come patatine fritte, poggiatele su un vassoio con carta assorbente. Asciugate le frittelle e aggiungete sopra un pizzico di sale.