Fibre tessili (scuola media)

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
bussola Disambiguazione – Se stai cercando le lezioni per la scuola secondaria superiore, vedi Materia:Tecnologie dei materiali e dei processi produttivi della moda (industria tessile).
lezione
Fibre tessili (scuola media)
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Tecnologia 3
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 25%.

Le fibre tessili sono dei prodotti di origine naturale o artificiale da cui si può ricavare un filato. Il filato è l'insieme di fibre tessili arrotolate che formano un filo continuo. Esso può essere utilizzato per confezionare i vestiti.

Cosa sono le fibre tessili[modifica]

Il cotone[modifica]

il cotone è la fibra tessile più importante costituita dai peli che rivestono i semi del fiore. Questo fiore si può coltivare ovunque esistano condizioni di clima caldo temperato o tropicale e acqua in abbondanza. Il frutto del cotone ha la forma di una capsula contenente i semi. Quando è maturo si apre lasciando uscire il bioccolo del cotone.

Il lino[modifica]

x

La canapa[modifica]

x

La seta[modifica]

x

La lana[modifica]

x

Le fibre di vetro[modifica]

x

Le fibre chimiche[modifica]

x

La filatura[modifica]

Per "filato" s'intende un insieme di fili raccolti, che formano un filo continuo. Sarà poi usato per fabbricare vestiti o per altre applicazioni tessili. Vengono sottoposte alla filatura le fibre troppo corte ad esempio il cotone, la lana, la canapa, il lino, il fiocco; mentre la seta e le fibre artificiali o sintetiche sono già filati. La filatura anticamente veniva fatta a mano, invece oggi è fatta con i "filatoi".prima di essere filate le fibre devono subire una serie di operazioni.

COME SI OTTIENE IL FILATO DI COTONE: PROCEDIMENTO:

1) APERTURA: i fiocchi di cotone sono scomposti per liberarli dalle impurità.

2) BATTITURA: il cotone viene liberato dallo sporco e dalla polvere, si sciolgono le fibre e si raccolgono in uno strato sottile detto "ovatta".

3) OVATTA: viene avvolta in un grosso rotolo

4) CARDATURA: si esegue per sciogliere e separare bene le fibre l'una dall'altra, per liberarle dalle residue impurità e per disporle a formare uno strato sottile chiamato "nastro di carta".

5) PETTINATURA: con la pettinatura vengono rimosse le fibre al di sotto di una data lunghezza; le altre sono disposte parallelamente e in maniera uniforme, cioè pettinate. La pettinatura rende il filato più liscio e resistente.

6) STIRO:

7) FILATOIO AD ANELLI:

8) FILATOIO A ROTORE:

9) FILATI RITORTI E TORSIONE DEI FILATI:

La tessitura[modifica]

I tessuti sono i prodotti fatti con l'operazione di tessitura. La tessitura è l'intreccio di due sistemi di fili: quelli di ordito e quelli di trama. I sistemi di fili di ordito sono disposti nella direzione della pezza, invece quelli di trama sono disposti nel senso della larghezza. L'armatura è il modo in cui si intrecciano i fili che costituiscono un tessuto.Le armature fondamentali sono la tela, la saia o spina e il raso o satin, ma combinandole o ampliandole se ne ottengono molte altre. L'operazione di tessitura si esegue con il telaio a mano (a navetta) o meccanico, utilizzato spesso nelle industrie


Le caratteristiche dei tessuti x

I tessuti non tessuti x

Tessuti multistrato x

Le armature fondamentali x

Tessitura con armatura tela su telaio a navetta x

Il finissaggio[modifica]

Il finissaggio sono le operazioni a cui sono sottoposte le fibre per migliorare l'aspetto o per conferire loro particolari qualità tecniche. Per esempio:

• la TINTURA è l'operazione per colorare il filo. La tinta unita si può formare se la tintura viene eseguita quando la maglia o in generale il tessuto è già terminata.

• la STAMPA è l'operazione per applicare disegni su qualunque tipo di tessuto.

• la GARZATURA (o felpatura) è la lavorazione meccanica che permette il sollevamento uniforme di peluria sul tessuto.

• l'ANTIMACCHIA, l'ANTIFIAMMA e l'ANTIPIEGA sono trattamenti svolti ai tessuti per non farli macchiare, infiammare e stropicciare.

La confezione dei vestiti[modifica]

x (ALEXANDRA)

Collegamenti esterni[modifica]

x

Bibliografia[modifica]

x