Ferratella

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
Ferratella
Ferratella aquilana.jpg
Ferratella
Dettagli lezione
MateriaDolci (Cucina e alimentazione)
AvanzamentoAvanzamento lezione completa al 100%
Dettagli ricetta
Difficoltà3o5dots.svg Normale
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneAbruzzo, Molise
Dettagli
RiconoscimentoP.A.T.
 

La Ferratella è un dolce tipico delle regioni italiane di Abruzzo, Molise e delle aree confinanti con il Lazio. A seconda della zona, la ferratella può essere chiamata con nomi diversi: in Abruzzo è conosciuta anche con il nome di pizzella mentre nel Molise è detta cancellata. In una delimitata zona del Lazio, il circondario di Cittaducale (ex territorio abruzzese), si preparano ancora le pizzelle, che proprio in questa regione hanno ottenuto il riconoscimento di PAT (Prodotto Agroalimentare Tradizionale).

Storia[modifica]

L’origine di questo dolce sembrerebbe risalire a un dolce dei Romani chiamato "Crustulum", preparato con gli stessi ingredienti utilizzati oggigiorno. Il suo nome si deve allo strumento utilizzato per realizzarle, “lu ferre” (dialetto abruzzese), portato in dote alle spose delle ricche famiglie abruzzesi a partire dal Settecento: all’epoca era usanza forgiare il ferro con le iniziali della sposa che venivano quindi incise su ogni ferratella. Uno storico italiano del XIX secolo, Giuseppe Tassini, cita le ferratelle nella sua opera Curiosità Veneziane – Ovvero: Origini delle denominazioni stradali di Venezia chiamandole anche inferriate o scalette per la somiglianza di questi dolci alle grate delle finestre o alle scale. Oggi le ferratelle sono entrate a far parte della pasticceria tipica delle regioni sopra citate ma nel passato erano considerati “dolci da feste”, preparati durante la settimana di Pasqua o in occasione delle celebrazioni del Santo patrono, come omaggio in segno di rispetto.

Descrizione[modifica]

La ferratella viene creata con pasta da biscotto cotta grazie a una doppia piastra arroventata sul fuoco, che stringendo la pasta sopra e sotto, conferisce al dolce la forma tipica di cialda piena di nervature. La piastra presenta varie forme, tra cui quella rettangolare, a rombi o circolare.

Ricetta[modifica]

Ingredienti[modifica]

  • 3 uova
  • 3 cucchiai di olio evo o di semi
  • 185 gr. di farina 00
  • 3 cucchiai di zucchero
  • Scorza grattugiata di un limone
  • Pizzico di sale
  • Cannella a piacere

Preparazione[modifica]

  1. Unire le uova, la farina con un pizzico di sale, lo zucchero e gli aromi in un contenitore.
  2. Con l’aiuto di una frusta o uno sbattitore elettrico mescolate gli ingredienti e aggiungete poco alla volta l’olio. Il composto deve essere denso e omogeneo.
  3. Fate riposare mezz’oretta la pastella e poi procedete con la cottura, ungendo leggermente la piastra.
  4. Mettete a scaldare la piastra e quando sarà calda riempitela al centro con un cucchiaio dell’impasto. Chiudete bene la piastra e fate cuocere per alcuni minuti per lato la ferratella.

Altri progetti[modifica]