Dispnea

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Dispnea
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Metodologia clinica e Semeiotica

Per dispnea si intende un disturbo alla normale respirazione (eupnea), che diventa affannosa e fastidiosa.
Essa è causata dalla stimolazione da parte dei glomi carotidei dei centri respiratori situati nel ponte, in risposta essenzialmente ad un calo della PO2
e, successivamente, ad una riduzione del pH (acidosi) e ad un'aumentata PCO2
.

Eziologia[modifica]

La dispnea può avere varie cause, sia patologiche che non.

Cause non patologiche[modifica]

Si tratta essenzialmente di fattori estrinseci, come:

  • minore presenza di ossigeno nell'aria (ad esempio l'alta quota)
  • maggiore presenza di gas non adatti alla respirazione (come la CO2)

Cause patologiche[modifica]

La maggior parte delle dispnee è dovuta ad un'eccessiva stimolazione dei centri respiratori, che può avere più cause patologiche.

Cause respiratorie[modifica]

Comprendono molteplici cause, quali ad esempio:

  • Edema polmonare
  • Ostruzione da corpo estraneo
  • Asma
  • Enfisema

Cause metaboliche[modifica]

La principale causa metabolica di dispnea è l'acidosi, presente ad esempio nei casi di diabete scompensato, durante la quale il pazienta iperventila per eliminare la CO2 e cercare di compensare la chetoacidosi.

Cause ematologiche[modifica]

Le più importanti sono alterazioni dell'emoglobina che determinano un trasporto dell'ossigeno meno efficace. Comprendono:

  • Anomalie quantitative dell'emoglobina (ad esempio le anemie)
  • Anomalie qualitative dell'emoglobina
  • Avvelenamento da sostanze come CO e cianuro

Cause cardiocircolatorie[modifica]

Una causa importante di dispnea è lo scompenso cardiaco. Un'anomalia al ventricolo sinistro causa un aumento della pressione idrostatica a livello del piccolo circolo causando edema polmonare interstiziale e, successivamente, edema alveolare.

Cause neurologiche e muscolari[modifica]

Le cause neurologiche comprendono alterazioni dei centri respiratori dovute a neuropatie di molteplice eziologia.
Le cause muscolari comprendono alterazioni a carico dei muscoli respiratori, come ad esempio miopatie, tetano, stati di elevazione diaframmatica (gravidanza, ascite).