Dado vegetale

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Dado vegetale
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Impasti di base (Cucina e alimentazione)
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.
Diversi dadi per brodo

Il Dado Vegetale è un concentrato a base di verdure (ma c'è anche di carne) usato in cucina per esaltare i sapori delle pietanze. Solitamente si presenta in cubetti ricoperti da carta d'alluminio in scatole da 10 o 20 pezzi. Un dado solitamente pesa 10-12 grammi. Questo concentrato si può anche trovare in vasetti sotto forma di "brodo granulare" (la consistenza assomiglia a quella dello zucchero di canna) o secco in polvere; esistono in commercio anche sotto forma di estratti gelatinosi.

Informazioni Generali[modifica]

Storia[modifica]

Poco prima del 1850 il barone von Liebig, studioso e ricercatore nel campo della trasformazione e conservazione alimentare, creò un estratto di carne che poteva conservarsi a lungo e dava sapore a brodi e minestre. Si vendeva in vasetti di vetro. Nel 1880 lo svizzero Julius Maggi, mise a punto un altro tipo di concentrato, a base di cereali, semi oleosi ed estratto di carne, da commercializzare in cubetti.

Tuttavia il Casanova (Histoire de ma vie) riporta che durante un viaggio per mare il suo servitore "Clairmont ci servì un ottimo brodo preparato con certe tavolette che portavo sempre con me"

L'uso comune del dado da cucina si afferma in Italia attorno agli anni venti del secolo scorso. Oggi è considerato un elemento di scarsa qualità organolettica, è usato nella cucina industriale grazie al suo basso costo e nella pratica casalinga per insaporire velocemente i piatti.

Ingredienti[modifica]

I principali ingredienti del dado vegetale che troviamo in commercio sono il sale, in quantità variabile ma si arriva anche a circa il 60% del totale e il glutammato monosodico, tra il 10 e il 15%. Per il resto gli ingredienti dipendono dal tipo di dado: verdure se si tratta di quello vegetariano, verdure ed estratti di carne per quello cosiddetto classico, e poi funghi, pesce, soia ecc, ecc. Immancabili sono grassi animali o vegetali, aromi e conservanti e l'estratto di lievito.

Ricetta[modifica]

File:Dado-veg.gif
La realizzazione del dado vegetale

Una ricetta pratica per fare il dado vegetale una volta l'anno e conservarlo in semplici vasetti e averlo fresco e sano sempre a portata:

  • 500gr Carote.
  • 500gr Cipolle.
  • 400gr Sedano.
  • 600gr Sale (grosso o fine, a scelta).
  • 400gr Erbe fresche: Prezzemolo, basilico in maggioranza, ma anche menta, rosmarino, salvia, alloro, origano, timo, ecc ecc..

Pulire tutti gli ingredienti, passarli nel robot da cucina che sminuzza tutto, aggiungere il sale, mescolare accuratamente far riposare 15 minuti e togliere l'acqua creatasi in eccesso. Invasare. I vasetti chiusi durano anche più di un anno (il sale conserva). Quando si usa il dado, ricordarsi di richiudere il vasetto che altrimenti si secca.