Concetti Fondamentali del Biliardo all'Italiana

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Concetti Fondamentali del Biliardo all'Italiana
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Biliardo all'italiana
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.

Regole del gioco (in breve)[modifica]

Il gioco consiste nel colpire con la propria bilia quella dell'avversario cercando possibilmente di indirizzare quest'ultima sui birilli, alla cui caduta è attribuito un punteggio. I birilli bianchi valgono 2 punti. Il birillo rosso vale 4 punti se cade insieme con uno o più birilli bianchi, 10 punti nel caso sia l'unico abbattuto. Il pallino vale tre punti se colpito dalla bilia ricevente (quella dell'avversario), ne vale invece 4 punti se colpito dalla battente (la bilia del giocatore) dopo che colpisce la ricevente. In quest'ultimo caso, si dice di aver realizzato una carambola.

Nel caso in cui la bilia battente, dopo aver colpito l'avversaria, faccia cadere uno o più birilli (indipendentemente dal fatto che prima o dopo si possa verificarne l'abbattimento di altri da parte dell'avversaria) il punteggio va attribuito all'avversario. I punti sono quindi persi, e in gergo biliardistico si dice di aver bevuto.

Se la bilia battente non colpisce l'avversaria, se la colpisce solo dopo aver abbattuto uno o più birilli o dopo aver toccato il pallino, nonché nel caso una delle bilie esca dal terreno di gioco, il tiro è considerato falloso. In questo caso viene concessa all'avversario la bilia in mano, cioè gli viene consentito effettuare il tiro dopo aver posizionato la propria bilia liberamente. Le uniche condizioni a cui è sottoposto sono quelle di posizionare la propria bilia nella metà biliardo opposta rispetto a quella rimasta e di effettuare il tiro rimanendo con il corpo lungo la sponda più corta del biliardo. Inoltre all'avversario vengono concessi due punti di fallo, più gli eventuali altri punti corrispondenti ai birilli caduti durante il tiro falloso, nonché altri 2 punti se è stato eventualmente colpito il pallino.

Peculiarità e spirito del gioco[modifica]

Si tratta di un gioco tra 2 giocatori (o 2 squadre di 2 giocatori) in cui ogni contendente cerca di raggiungere per primo un determinato punteggio concordato all'inizio della partita (o definito dal regolamento di un eventuale torneo).

A differenza della gran parte degli altri giochi di biliardo (carambola, pool, snooker, piramide russa), la specialità italiana non prevede la possibilità di tirare più colpi consecutivi in sequenza; viceversa è caratterizzata dall'alternanza al tiro dei giocatori, obbligati a giocare un colpo solo per volta. È altresì peculiarità il fatto che la bilia del giocatore (bianca o gialla) scelta all'inizio della partita rimanga la stessa per tutta la durata della partita.

Per decidere chi effettuerà il primo tiro si posiziona la bilia da un lato del tavolo di gioco e la si colpisce facendola rimbalzare contro la sponda opposta, chi saprà far fermare la bilia più vicino alla propria sponda inizia il turno (si dice che il giocatore "vince l'acchito").

Ogni giocatore, oltre che a cercare di ottenere dei punti, punta a rendere difficile il colpo successivo dell'avversario. Questo è quanto si intende quando si parla di cercare la copertura o di avere una buona rimanenza. Il metodo più semplice è il frapporre tra la propria bilia e quella avversaria un ostacolo tale da impedire un tiro diretto ed agevole, soprattutto utilizzando il castello come divisorio tra le bilie. È comunque un buon risultato anche quello ottenuto con la frapposizione del pallino nel qual caso si ottiene la cosiddetta steola. Altro tentativo che il giocatore fa è quello di lasciare le bilie il più vicino alle sponde del tavolo, impedendo all'avversario l'uso degli effetti. La ricerca della rimanenza dovrebbe essere sempre l'obiettivo principale di un tiro in quanto, anche se si realizza un buon numero di punti ma rimanendo "scoperti", daremo una facile opportunità di replica all'avversario; non solo potrà rifarsi immediatamente del danno inflittogli al tiro precedente, ma potrà portare la situazione a proprio vantaggio trovando una buona copertura ed impedendoci un efficace gioco d'attacco.