Columella

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Columella
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materie:




Lucio Giunio Moderato Columella (Gades, Spagna 4 d.C. - 70 d.C.) fu uno scrittore latino di agricoltura. Dopo la carriera nell'esercito (in cui arrivò al grado di tribuno in Siria nel 34 d.C.), ha incominciato l'attività di fattore. Il suo De re rustica, in dodici volumi, ci è pervenuto integro, e rappresenta la maggiore fonte di conoscenza circa l'agricoltura romana, insieme ai lavori di Catone il Vecchio e Varrone, i quali cita entrambi occasionalmente. Anche un piccolo libro sugli alberi (De arboribus) è stato tramandato interamente. Da notare che il libro X, in onore a Virgilio, è in esametri.

Ancora, Columella s'è avvalso di fonti a noi non arrivate, delle quali è perciò un importante testimone: Cornelio Celso, lo scrittore punico Magone il Cartaginese, Tremellio Scrofa, e molte fonti greche tra le altre.

Suo zio Marco Columella, "un uomo astuto ed uno splendido fattore" (VII 2.30.), aveva condotto esperimenti vari a livello zoologico, tra cui anche incroci di specie, ed molto influenzato gli interessi del nipote.

Columella possedeva fattorie in Italia, si riferisce in modo specifico ad alcune sue proprietà ad Ardea, Carseoli ed Alba Longa, e parla più volte della propria esperienza pratica in agricoltura.

Altri scrittori romani di agricoltura in periodo imperiale sono Palladio, Vegezio e Virgilio; nel periodo repubblicano oltre ai già citati Catone il Vecchio e Varrone, abbiamo Igino e Vitruvio, anche se dedicano meno importanza all'argomento.

Un editto di Diocleziano ci informa sui prezzi del materiale agricolo nel tardo impero. Una collezione bizantina di venti libri, Geoponica, include molto materiale del periodo romano e di quello greco. Dopo l'invenzione della stampa Columella fu uno degli autori maggiormente presenti anche con splendide edizioni.

Importanza di Columella nelle scienze agrarie[modifica]

A differenza degli altri autori latini che si sono occupati di agricoltura, ricordati quasi esclusivamente per la loro importanza letteraria, Columella occupa uno spazio importante nella Storia delle Scienze agrarie, (tanto che nell'opera dell'agronomo Antonio Saltini a Columella sono dedicate 71 pagine) [1]. per l'approccio contemporaneamente scientifico e di consigli pratici dato alla materia.

Per questo all'epoca dell'invenzione della stampa il trattato di Columella fu uno di quelli che ebbe più edizioni.

Le principali edizioni (incunaboli e cinquecentine)[modifica]

  • Libri de re rustica Venezia 1472
  • Scriptores rei rusticae Opera Agricolationum: Columella: Varronis: Catonisque: nec non Palladii: cum Philippe Beroalde. excriptionibus. G. Philippi Beroaldi: & commentaris quae in aliis impressionibus non extat. Bologne, Benedicti Hectoris, 1494.
  • Libri De Re Rustica... Additis Nuper Commentariis Iunii Pompo. Fortunati in Librum De Cultu Hortorum, Cum Adnotationibus Philippi Beroaldi... Florence: Filippo Giunta, 1521.
  • De re rustica libri XII. Euisdem de Arboris liber, separatus ab aliis. Lyon, Sébastien Gryphe, 1541.
  • Les Douze livres des choses rustiques. Traduicts de Latin en François, par feu maistre Claude Cotereau Chanoine de Paris. La traduction duquel ha esté soingneusement reveue & en la plupart corrigée, & illustrée de doctes annotations par maistre Jean Thierry de Beauvoisis. Paris: Jacques Kerver, 1551, 1555
  • Beroaldo, Filippo Oratio de felicitate habita in enarratione Georgicon Virgilii et Columellae. - Bononiae : per Ioannemantonium De Benedictis, 1507.
  • Columella, Lucius Iunius Moderatus Columella De cultu ortorum. Interprete Pio Bononiensi. - (Impressum Bononiae : a Hieronymo de Benedictis bibliopola et calcographo, 1520 mense Augusto).
  • Columella, Lucius Iunius Moderatus De l'agricoltura libri XII. / Lutio Giunio Moderato Columella. Trattato de gli alberi, tradotto nuouamente di latino in lingua italiana per Pietro Lauro Modonese. - In Venetia : Michele Tramezzino il vecchio, 1544 (In Venetia : per Michele Tramezino, 1544).
  • Columella, Lucius Iunius Moderatus Lutio Giunio Moderato Columella De l'agricoltura libri XII. Trattato de gli alberi del medesimo, tradotto nuouamente di latino in lingua italiana per Pietro Lauro modonese. - In Venetia : per Geronimo Caualcalouo, 1559.
  • Columella, Lucius Iunius Moderatus Lutio Giunio Moderato Columella De l'agricoltura libri XII. Trattato de gli alberi tradotto nuouamente di latino in lingua italiana per Pietro Lauro modonese. - In Venetia : appresso Nicolò Beuilacqua, 1564.
  • Orsini, Fulvio Notae ad M. Catonem, M. Varronem, L. Columellam De re rustica. Ad kalend. rusticum Farnesianum & veteres inscriptiones fratrum Arualium. Iunius Philargyrius in Bucolica & Georgica Virgilij. Notae ad S - Romae : in aedib. S.P.Q.R. : apud Georgium Ferrarium, 1587.

Note[modifica]

  1. Enciclopedia delle Scienze agrarie, di Antonio Saltini, Edizioni Edagricole, volume I, pag. 47/ 118

Altri progetti[modifica]