Caratteristiche essenziali della lingua giapponese

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Caratteristiche essenziali della lingua giapponese
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Lingua_giapponese
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 25%.

Origini del giapponese[modifica]

Non si sa precisamente da cosa si è evoluta ed è praticamente una famiglia linguistica a sé stante, se si esclude certe somiglianza col coreano.Il Giappone era anticamente abitato dalla tribù degli Ainu, sottomessi poi da popoli della Polinesia, e in seguito anche dei coreani.Certamente, però, contrariamente a quanto si pensa, il giapponese è assai differente dal cinese:gli unici legami sono i prestiti linguistici e la scrittura.

Sillabe[modifica]

Il giapponese, come l'italiano è polisillabico, cioè le parole normalmente contengono più d'una sillaba.

Tipo di lingua[modifica]

Il giapponese è una lingua agglutinante:molte parole, come i verbi coniugati, sono formate da varie parti (受け-取った-ら "se avessi ricevuto"), come radice e desinenza che sono separabili (a differenza dell'italiano che è flessivo, cioè cambia le parole, come in avessi, avesti, avesse ecc.). Le parole composte possono anche essere vere e proprie, come "fiume del cielo"amanogawa, per dire "Via Lattea".

Variabili[modifica]

Anche nel giapponese ci sono parti del discorso variabili: infatti verbi e aggettivi vengono coniugati, e i sostantivi vengono agglutinati a particelle che indicano i casi.