Antipasto

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Antipasto
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Antipasti (Cucina e alimentazione)
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.
Antipasto greco
Antipasto all'italiana

L'Antipasto è una pietanza consumata all'inizio del pasto e che precede i primi piatti. Corrisponde grosso modo all'Hors d'œuvre francese e allo Starter inglese.

Caratteristiche[modifica]

Si distinguono in antipasti freddi e caldi, semplici (cioè costituiti da un solo ingrediente di base) e composti (cioè costituiti da più preparazioni assortite). L'antipasto è servito in piccole quantità poiché il suo compito è quello di stuzzicare l'appetito in attesa delle portate principali. In caso di antipasto servito in quantità abbondante si parla di "piatto di inizio".

L'antipasto può essere a base di pesce, verdura, carne o salumi, questi ultimi sempre presenti nell'antipasto all'italiana. Può trattarsi quindi di semplici stuzzichini, tartine ma anche di preparazioni più complesse.

Stoviglie[modifica]

Gli antipasti vengono serviti su piatti da portata o in contenitori specifici:

  • Antipastiera, vassoio dotato di scomparti o vaschette;
  • Tagliere, in legno usato per i salumi;
  • Raviera, piatto ovale di forma molto allungata.

Antipasti regionali[modifica]

  • Antipasto toscano
  • Antipasti piemontesi
  • Antipasti siciliani

Abbinamenti consigliati[modifica]

Vini leggeri e dal sapore delicato, si possono preferire vini leggermente più strutturati in caso di antipasto a base di salumi. Alcuni esempi:

  • Alta Langa spumante rosato
  • Monferrato Chiaretto o Ciaret