Anatomia dell'avambraccio e della mano

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Anatomia dell'avambraccio e della mano
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Anatomia umana


Di seguito è riportata l'anatomia dell'avambraccio e della mano.

Il ramo mediale (arteria ulnare) penetra nei muscoli dell'avambraccio (flessore superficiale delle dita) e si fa vicino all'ulna emettendo rami per l'ulna, per i muscoli tricipite, flessore superficiale ed altri e terminando nel polso, dove si unisce alla radiale, il ramo laterale che partendo dal gomito, passa sopra i muscoli supinatore e pronatore rotondo, nonché il muscolo flessore superficiale delle dita, penetra nel carpo, dove dà origine ad arterie per il pollice e si unisce (tra 2° e 3° metacarpale) con l'arteria ulnare. Il carpo è nutrito da numerosi rami palmari/dorsali superficiali e profondi delle arterie radiale ed ulnare. Il metacarpo è nutrito dalle arterie digitali palmari/dorsali ed interossee. Infine le falangi sono nutrite dalle arterie digitali palmari/dorsali proprie delle dita.