Utente:Pegasovagante/sandbox/4

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search

Avanzamento lezione: 00%.svg 00% al 19-02-2020.


glossario
Pegasovagante/sandbox/4
Tipo di risorsa Tipo: glossario
Materia di appartenenza Materia: Uniformologia

I distintivi si ritrovano nelle uniformi piú varie, e soprattutto nel campo civile può non essere chiaro che cosa sia un distintivo e che cosa no. Di seguito tratteremo di quelli usati in ambito militare, e in particolar modo negli eserciti.

Distintivi d'appartenenza[modifica]

Distintivi d'arma, specialità e corpo[modifica]

Fregi[modifica]

Colori e mostreggiature[modifica]

Distintivi delle grandi unità, scuole e simili[modifica]

Distintivi di specializzazione[modifica]

I distintivi di specializzazione si diffondono soprattutto nel Novecento e sono particolarmente comuni sulle uniformi delle marine e, talvolta, delle aeronautiche, ma sono in uso anche negli eserciti. Contraddistinguono militari assegnati a mansioni specifiche (specialisti), che sono spesso graduati, talora sottufficiali, piú di rado ufficiali.

Distintivi di grado[modifica]

Giro di bitta

(EN) variante semplificata del nodo all'ungherese, in uso nelle marine generalmente per i gradi degli ufficiali. Il piú vicino alla spalla di una serie di galloni orizzontali disposti al di sopra del paramano disegna un piccolo cerchio, detto appunto «giro di bitta». Viene ricondotto ad antiche tradizioni marinaresche.

Grado a fiore

È un tipo di nodo all'ungherese; il termine è tipicamente usato per le uniformi italiane a partire dal 1871.

Nodo all'ungherese
Passante
Esistono molti tipi di passanti, ma nel campo dei distintivi ci si riferisce a quelli posti trasversalmente alla spalla della giubba o del cappotto. Traggono origine dai passanti attraverso cui venivano infilate le spalline o controspalline, poi fermate da un bottone. In seguito il passante si è prestato ad accogiere i distintivi di grado degli ufficiali (dalla metà dell'Ottocento negli Stati Uniti; in Italia è caratteristico dell'aeronautica e si ritrova nelle uniformi da sera e da cerimonia dell'esercito).

Altri distintivi[modifica]

Cordelline

Le cordelline, da non confondere con foraggiere o cordoni, talvolta fanno parte dell'uniforme di un corpo; nel Primo impero francese, erano proprie della Guardia imperiale; quando indicano le funzioni di un individuo, sono distintivi a tutti gli effetti. In molti paesi sono caratteristiche degli aiutanti di campo, talvolta anche degli addetti militari all'estero, o di ufficiali che operano presso il governo o il capo dello stato.
Un altro tipo di cordellina, colorata e che pende solamente dalla spalla (non dall'abbottonatura), può avere le funzioni piú varie: in Francia indica per lo piú onorificenze assegnate al reparto; in Italia è distintivo di certi istruttori; in Germania, la Schützenschnur è l'ambita cordellina che contraddistingue i tiratori scelti.

Note[modifica]


Altri progetti[modifica]

Wikipedia[modifica]

Wikipedia in italiano[modifica]

Commons[modifica]