Utente:Pegasovagante/sandbox/10

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search

Avanzamento lezione: 00%.svg 00% al 20-02-2020.


lezione
Pegasovagante/sandbox/10
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Uniformologia

Accanto alla moda borghese, la tendenza che maggiormente ha contribuito all'affermarsi di nuove fogge è probabilmente l'esotismo (almeno in ambito europeo, mentre per le Americhe è forse piú appropriato parlare di sincretismo fra culture diverse; anche nel caso della Russia erano piuttosto le uniformi occidentali ad apparire esotiche). Le fogge esotiche potevano apparire prestigiose perché usate da truppe mercenarie (come già si osservava nel mondo antico, per il quale però non è appropriato parlare di uniformi in senso contemporaneo). Ebbero ampia diffusione: il costume ungherese degli ussari; quello polacco dei lancieri; quello magrebino dei mamelucchi e soprattutto degli zuavi. In alcune parti d'Europa (Highlands della Scozia, Grecia, ecc.) si adottarono varianti del costume locale, che però non possono considerarsi esotiche in quanto non si diffusero in altri paesi;[1] lo stesso può valere per i reparti cosacchi. Altre tendenze (si può parlare di «mode») si diffusero da un paese all'altro, per esempio l'uniforme di stampo prussiano nel secondo Settecento, quella di tipo francese nel periodo napoleonico, il battledress britannico durante e dopo il secondo conflitto mondiale, le fogge sovietiche e statunitensi durante la guerra fredda; ma trattandosi di tipologie nate in ambito militare e quindi non dovute al folklore né alla cultura locale, in questi casi non si parla di esotismo.

La foggia ungherese[modifica]

L'uniforme ungherese è quella indossata per oltre due secoli dagli usseri, specialità di cavalleria leggera d'origine appunto ungherese; sarebbe stata ripresa da altri corpi di cavalleria, come i cacciatori a cavallo francesi e i dragoni leggeri britannici, e inoltre dall'artiglieria a cavallo di diversi paesi e dalla fanteria leggera (per esempio dai rifles).

Le caratteristiche dell'uniforme rimasero in gran parte costanti, come pure la nomenclatura dei varî capi e accessorî.

La foggia polacca[modifica]

Lo stile nordafricano[modifica]

Note[modifica]

  1. È vero che il costume scozzese fu adottato sporadicamente da pochi reparti di alcune nazioni del Commonwealth.

Altri progetti[modifica]

Wikipedia[modifica]

Wikipedia in italiano[modifica]

Commons[modifica]

Uniformi degli ussari