Storia della moneta e della banca

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search

La storia della moneta si evolve con la natura dell'uomo. Dalla cultura del baratto di beni ci si rende conto, anche nelle società più arcaiche, che occorre uno strumento che possa essere riconosciuto da tutti e com intermediario. Tralasciando le forme meno evolute le prime forme di moneta erano impiegate nell'area mesopotamica e spesso vicino ai luoghi di ritrovo ( i templi erano tra i luoghi più frequentati stante l'aleatorietà della vita) che divennero presto luoghi di confronto e di scontro delle civilità. Popoli diversi si avvicendavano con i prodotti della loro terra e della cacciagione in questi luoghi che piano piano si organizzarono con strumenti di scambio a cui l'autorità, oltre che allo strumento stesso (come fu per secoli l'oro), garantiva liceità dell'uso. I grechi formalizzarono le varie forme di moneta ed i romani diffusero per tutto il loro vasto impero le monete nei vari tagli e forme. Spesso gli storici si basano sulle effigie dei vari sovrani dell'epoca preromanica e romanica per datare periodi ed epoche. Un primo problema che sorse fu quello di validare monete diverse provenienti da territorio diversi. I cambia valute garantiva questo evidentemente dietro un compenso: QUeste transazioni definite ora CAMBIO permettevano di confrontare eocnomie diverse nel rispetto delle varie monete circolanti che si definiscono VALUTE