Regole del Fantacalcio Italiano

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Regole del Fantacalcio Italiano
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Fantacalcio
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.
  1. Lo scopo è quello del guidare una fantasquadra, formata da veri calciatori delle squadre del campionato italiano alla conquista del fantascudetto di Lega.
  2. L'esito di ogni partita si basa sulle reali prestazioni degli 11 calciatori che formano settimanalmente la fantasquadra.
  3. Una lega è costituita da un numero di persone variabile tra 4 e 10: per quanto sia aritmeticamente possibile schierare fino a 20 squadre (quante quelle del campionato di Serie A), giocando in più di 10 persone aumenta il rischio per ciascun giocatore di non avere a disposizione un numero sufficiente di calciatori per schierare 11 titolari. Ciascun giocatore funge sia da presidente (in occasione dell'asta acquista i calciatori) sia da allenatore della propria fantasquadra.
  4. La rosa di ciascuna fantasquadra è composta da 25 calciatori:
    • 3 portieri,
    • 8 difensori,
    • 8 centrocampisti,
    • 6 attaccanti.
  5. Le singole gare di campionato sono giocate da una Fantasquadra formata da 11 titolari suddivisi nei rispettivi ruoli in base ai moduli.
  6. Ufficialmente sono ammessi i moduli 4-4-2, 4-3-3, 4-5-1, 5-3-2, 5-4-1, 6-3-1[1]. Varianti al regolamento permettono l'impiego anche di schieramenti quali il 3-4-3, 3-5-2 [1].
  7. Le fantasquadre si affrontano in una serie di partite il cui esito è determinato dalla somma dei voti assegnati in pagella dai quotidiani (prevalentemente La Gazzetta dello Sport e in misura minore il Corriere dello Sport), da siti internet come Sportmediaset e Gazzetta.it e dai punti "bonus" e "malus" dovuti a diverse variabili:
    • +3 punti per ogni gol segnato
    • +3 punti per ogni rigore parato (portiere)
    • +2 punti per ogni rigore segnato[2]
    • +1 punto per ogni assist effettuato
    • -0,5 punti per ogni ammonizione
    • +1 portiere imbattuto
    • -1 punto per ogni gol subito dal portiere
    • -1 punto per ogni espulsione
    • -2 punti per ogni autorete
    • -3 punti per un rigore sbagliato
  8. La tabella di conversione in gol dei punteggi ottenuti dalla somma di voti e bonus/malus è storicamente la seguente:
    • Meno di 66 punti: 0 gol
    • Da 66 a 71.5 punti: 1 gol
    • Da 72 a 77.5 punti: 2 gol
    • Da 78 a 83.5 punti: 3 gol
    • Da 84 a 89.5 punti: 4 gol
    • Da 90 a 95.5 punti: 5 gol
    • Da 96 a 101.5 punti: 6 gol
    • E così via ogni 6 punti un gol
      Tuttavia nel corso degli anni la Federazione Fantacalcio ha apportato modifiche alla tabella[3], portando nella stagione 2002/2003 la soglia per il 3° gol da 78 a 77 punti e assegnando i gol successivi ogni 4 punti (4 gol con 81 punti, 5 con 85 punti, 6 con 89 punti e così via)[3][4].
  9. Nel momento in cui un giocatore nella formazione titolare non ha ricevuto voto, subentra il voto dei giocatori schierati in panchina. Nel caso in cui nessun giocatore tra i titolari o i panchinari riceva votazione subentrerà la riserva d'ufficio, il cui voto sarà considerato essere sempre un 4[5]; tale riserva si può usare solo una volta, se più giocatori non giocano gli altri non avranno punteggio e si giochera in inferiorità numerica.[6] Nel caso in cui un fantallenatore abbia solo giocatori subentrati a gara iniziata e non abbia titolari in un determinato ruolo, il voto viene conteggiato al giocatore subentrato.
  10. Qualora dovesse esserci il rinvio di una o più partite il Regolamento Ufficiale del Fantacalcio prevede per gli scontri lo stand-by della gara, con successiva aggiunta di voti bonus e malus alla ripresa della gara. In caso di sospensione definitiva si attesta il 6 d'ufficio ai partecipanti e il 5,5 ai portieri. Alcune tipologie di fantacalcio, come quelle di Repubblica e Facebook, invece prevedono il 6 d'ufficio per tutti, compresi i portieri.
  11. La classifica del campionato di Lega è stabilita per punteggio, con attribuzione di 3 punti per la partita vinta, 1 punto per la partita pareggiata e zero punti per la partita persa.
  12. Il fantacampionato termina quando sono state giocate tutte le partite previste dal calendario. La squadra col maggior numero di punti è dichiarata "Campione di Lega".
  13. La formazione dovrà essere comunicata a seconda dei regolamenti o entro l'inizio della prima partita in programma nella giornata o trenta minuti prima di tale orario. Nel caso in cui la formazione non venga inserita prima del termine stabilito, diverrà attiva la formazione schierata nella giornata precedente, senza alcuna penalizzazione.

Budget Aste[modifica]

Il valore del budget è espresso, solitamente, in valute di fantasia quali FantaMilioni, FantaEuro o MagicMilioni. Sta ai componenti della Fantalega determinare il budget a disposizione di ciascun giocatore (o fantapresidente), la quota da regolamento è fissata a 260 F.M.[7] (anche se alcune leghe decidono di fornire 300 F.M. o anche 500 F.M.).

Trasferimenti In Altri Campionati[modifica]

Se un giocatore dovesse andare a giocare in un campionato diverso dalla serie A, e questi fa parte di qualche rosa, il fantallenatore deve vendere il giocatore trasferitosi in un altro torneo al valore di acquisto e acquistarne uno dalla lista degli svincolati al pari prezzo del giocatore trasferitosi,[1] dimezzato in caso di trasferimento in serie minori.[1]

Trasferimenti[modifica]

Uno o più giocatori possono essere scambiati, venduti o comprati illimitatamente durante il mercato, in cambio di fantamilioni, nel caso di acquisti o cessioni, o anche di giocatori nel caso di scambi con compagni di lega (in questo caso con la possibilità di inserire nell'operazione sia giocatori che conguagli in fantamilioni).

Panchina[modifica]

In panchina devono essere presenti fino ad un massimo di 7 giocatori.

I partecipanti possono consegnare le formazioni entro l'ora d'inizio della prima partita della giornata di campionato (in taluni casi la scadenza è ulteriormente anticipata di un certo quantitativo di minuti), nel caso in cui non sia immessa la formazione per il fantacalcio italiano a seconda delle scelte della singola lega o viene impiegata la formazione della giornata precedente o viene concessa la vittoria a tavolino all'avversario.

Varianti[modifica]

La formula più avvincente è quella detta "a scontri diretti" (che trasforma i punteggi dei singoli in gol, generando risultati realistici e "fantapartite" tra amici o colleghi di lavoro oganizzati in "Leghe"), ma ne esiste un'altra chiamata a "Gran Premio" nella quale si gioca tutti contro tutti.

Nel caso di questa seconda formula i concorrenti vengono classificati sulla base del punteggio che hanno realizzato; dopo ogni giornata di gioco la classifica viene aggiornata sommando i punteggi realizzati da ogni concorrente. Il concorrente che alla fine di tutte le giornate di gioco ha realizzato il punteggio più alto vince il campionato.

Gli "scontri diretti" sono però più emozionanti ed enfatizzano la caratteristica di gioco di ruolo del Fantacalcio, perché le squadre delle Leghe sono formate da calciatori "in esclusiva" (ad esempio: solo un giocatore può avere Toni nella sua rosa) diversamente dal "Gran Premio" in cui chiunque può schierare un calciatore. La differenza sta nella modalità di acquisto: per formare una Lega si svolge un'asta tra i fantallenatori (normalmente otto o dieci), partendo da un budget virtuale uguale per tutti. Nel "Gran Premio" invece, pur disponendo inizialmente dello stesso budget i valori dei calciatori da scegliere sono fissi e non soggetti ad una contrattazione di mercato.

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 Regolamento ufficiale Federazione Fantacalcio, in Fantacalcio.it. URL consultato il 19 settembre 2015.
  2. Regolamento ufficiale Federazione Fantacalcio (ZIP), in Fantacalcio.it, p. 40. URL consultato il 13 settembre 2013.
  3. 3,0 3,1 Regolamento ufficiale Federazione Fantacalcio (ZIP), in Fantacalcio.it, p. 31. URL consultato il 18 settembre 2013.
  4. Fantacalcio - Le nuove regole Edizione Studio Vit SrL, 14ª edizione, Regola 13 Comma 7 (pag.53)
  5. Regolamento ufficiale Federazione Fantacalcio (ZIP), in Fantacalcio.it, p. 36. URL consultato il 17 febbraio 2015.
  6. Fantacalcio - Le nuove regole Edizione Studio Vit SrL, 14ª edizione, Regola 11 Comma 3 (pag.44)
  7. Regolamento ufficiale Federazione Fantacalcio 2015-2016 (PDF), su Fantacalcio.it, p. 17. URL consultato il 24 agosto 2015.