Prova d'Italiano dell'Esame di Terza Media - Lettera ad un Amico

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Prova d'Italiano dell'Esame di Terza Media - Lettera ad un Amico
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Prova d'Italiano dell'Esame di Terza Media
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.

Una delle tracce possibile da scegliere è la lettera ad una amico. La Lettera ad un Amico è un testo in cui colui che scrive (il mittente) vuole comunicare un evento o richiedere qualcosa ad un'altra persona che la leggerà (il destinatario). Nella prova bisognerà quindi simulare di essere il mittente mentre il destinatario dovrà essere un amico a cui si immagina di scrivere questa lettera. Solitamente nella letterà bisognerà utilizzare un linguaggio familiare tendente anche ad esprimere le emozione, i pensieri, e le considerazioni personali raccontandole all'amico.

Stile e Linguaggio[modifica]

Lo Stile di queste tipologie di letterà è informale e rilassato. Si potranno usare espressioni come "Ciao" e anche dare del "tu". Bisognerà di contro evitare espressioni formali come "Gentile sign." e dare del "lei". Il Tono dovrà quindi essere colloquiale quasi come se si chiacchierasse direttamente con l'amico con parole semplici e quotidiane.

Struttura della Lettera[modifica]

Anche se informale, la lettera, comunque ha una struttura ben precisa che bisogna rispettare seguendo una scaletta che si compone dei seguenti punti:

  • Luogo e Data: Vanno scritti in alto a destra del foglio. Esempio: Roma, 12 giugno 2017
  • Formula di Saluto Iniziale: La lettera va aperta con un saluto iniziale ad esempio “Caro Giovanni,” oppure “Ciao Vittoria,”. Dopo il saluto va messa la virgola e bisogna andare a capo iniziando la frase introduttiva della lettera con la lettera minuscola.
  • Introduzione: Va fatta una breve sintesi dei motivi per cui si scrive la lettera. Ad esempio: come stai ? ti scrivo per raccontarti della mia gita in Veneto con la scuola.
  • Corpo della Lettera: La parte più lunga della lettera nel quale va sviluppato il tema centrale raccontando le cose accadute, descrivendo le situazioni e i pensieri avuti. Si deve sempre usare un tono confidenziale e si può anche chiedere all'amico il suo pensiero e la sua opinione sulla questione. Bisogna informarsi anche di eventuali sue situazioni chiedendogli come vanno e eventualmente mostrando interesse ad essere aggiornati.
  • Chiusura: Nella parte conclusiva solitamente si usano espressioni di esortazione ad essere scritti presto in risposta come “spero di ricevere presto una lettera da te” oppure “rispondimi presto”. Si possono anche usare formule di augurio come “passa delle belle vacanze!” .
  • Saluti: La lettera va terminata con dei saluti come ad esempio “a presto”, “un bacio” e “un abbraccio”.
  • Firma: Sotto la lettera va scritto solo il proprio nome come firma.
  • Post Scriptum (P.S.): Letteralmente significa “dopo lo scritto”, è una sezione facoltativa che si aggiunge di solito sotto la firma e viene utilizzato per aggiungere informazioni o fare domande di cui si è dimenticato di scrivere nel corpo della lettera.

Esempio di Lettera[modifica]

Di seguito un esempio di Lettera ad un Amico tratto dal Sito Studenti.it (http://www.studenti.it/come-scrivere-lettera-amico-esame-italiano.html):

Milano, 14 giugno 2017

Cara Elisa,

come stai? Anche se ci vediamo abbastanza spesso ho deciso di scriverti questa lettera perché in questi giorni ho ripensato al mio percorso durante le scuole elementari e le medie e, visto che l’abbiamo affrontato insieme, mi è venuta voglia di ricordarlo insieme a te. Sono orami quasi otto anni che ci conosciamo perché siamo capitate nella stessa classe alle elementari. Non proprio per caso, ora che mi viene in mente. Ricordo che una volta mia madre mi ha raccontato che aveva incontrato tua madre in palestra e che avevano scoperto di avere iscritto entrambe le loro figlie nella stessa scuola. Visto che poi avevano fatto amicizia, avevano deciso di iscriverci nella stessa sezione scolastica. Siamo diventate amiche fin da subito! Abbiamo condiviso pomeriggi al parco, lezioni in classe, compiti al pomeriggio, gruppi di amici e anche la scuola media. Purtroppo alle medie tu sei capitata in un’altra sezione, nonostante avessimo sperato fino all’ultimo di ritrovarci nella stessa classe. Gli iscritti alla mia sezione però erano troppi. Per fortuna non è cambiato nulla tra di noi. Abbiamo continuato a frequentarci anche fuori dalla scuola e in palestra, dove pratichiamo il nostro sport preferito, la pallavolo. Le nostre mamme continuano a uscire insieme e a sentirsi e questo facilita la nostra amicizia e il nostro legame, che diventa ogni anno più forte. Stiamo crescendo insieme e spero che questo non cambi. Credo che l’amicizia sia un valore importante nella vita e tu per me sei sempre stata un punto di riferimento. Non posso fare altro che ringraziarti per i bei momenti trascorsi insieme e per tutte le volte che non ero di buon umore e tu mi hai tirato su di morale con i tuoi sorrisi, le tue battute, i tuoi scherzi e le nostre chiacchierate. So che siamo ancora all’inizio della nostra lunga amicizia. Chissà quanti anni insieme ci aspettano ancora, quante litigate, quante uscite e anche quanti pianti. Ricordi quando ti ho aspettata sotto casa tua, sotto la pioggia, nella speranza che tu fossi in casa perché i miei erano usciti per fare la spesa e io avevo dimenticato le chiavi per entrare in casa mia? Meno male che abitiamo vicine, così non appena ho bisogno di una spalla su cui piangere so che posso percorrere le due strade parallele che ci dividono e tutto si sistema! Spero che anche tu sia felice della nostra amicizia e mi auguro che anche quando andremo alle superiori continueremo ad essere grandi amiche.

Scrivimi presto!

Un abbraccio,

Lucia