Movimento

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Movimento
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Istituzioni di sociologia

Movimento Collettivo[modifica]

È una mobilitazione di uomini e donne attorno a speranze, emozioni e interessi comuni.

Tale mobilitazione si produce come un'occasione privilegiata per mettere in discussione delle problematiche sociali, per cercare di dire il giusto e l'ingiusto.

A volte essa appare addirittura come l'occasione per dare una scrollata alla società e alla politica dominanti, inscrivendosi nella memoria collettiva e costruendo un nuovo punto di riferimento utile per orientare i comportamenti delle generazioni più giovani.

I movimenti sociali sono l'esito di un'iniziale effervescenza collettiva e facilmente divengono l'alter ego delle istituzioni fino, talvolta, a divenire loro stessi istituzioni, quando non degenerano in qualcosa di distruttivo, o più semplicemente muoiono.

I soggetti che danno vita ad un movimento sociale sono le elite creative, gli asserviti e le masse. Per esistere, un movimento ha assoluto bisogno di un nucleo centrale che crea l'ideologia del movimento e che si gioca tutto, in modo disinteressato.

All'inizio, il movimento è capace di nascondere le proprie contraddizioni, anche grazie al ruolo centrale che svolge il capo carismatico. Ben presto il movimento arriva ad organizzarsi e a darsi una struttura con ruoli. Perde peso il carisma, l'identità si irrigidisce.