Malattie dell'apparato respiratorio (superiori)

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Malattie dell'apparato respiratorio (superiori)
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Scienze naturali per le superiori 4
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.

Tracheite acuta[modifica]

I sintomi sono un’irritazione e un bruciore generale in tutta la gola e ci possono essere dei piccoli colpi di tosse. Questa malattia può durare due settimane durante le quali possono essere somministrati antibiotici e areosol.

Bronchite acuta[modifica]

Acute-bronchitis.jpg
Bronchitis.jpg

E' un’infiammazione tracheo bronchiale, infezioni virali delle prime vie respiratorie. Ha origine da un raffreddore, di solito si guarisce in pochi giorni, ma è possibile che la tosse continui.

Polmonite[modifica]

Lobaerpneumonie.jpg

E' una malattia dei polmoni e dell’apparato respiratorio, caratterizzata da infezione degli alveoli polmonari che ostacola la funzione respiratoria. Principalmente causata da un’infezione dovuta a virus e batteri, per la guarigione si consigliano dei semplici antibiotici. La terapia antibiotica ha un periodo di 15-20 giorni.

Broncopolmonite[modifica]

E' una dei 2 tipi di polmonite batterica. E un'infiammazione in forma acuta di bronchi e polmoni, la cause sono spesso di natura batterica.

Pleurite[modifica]

Consiste nell’infezione della pleura (membrana che ricopre la superficie esterna dei polmoni). Le cause possono essere varie. Per curare la pleurite bisogna eliminare l’infezione batterica attraverso antibiotici in caso la tosse sia molto forte.

Asma bronchiale[modifica]

L’asma si può definire un’infiammazione cronica ossia che perdura nel tempo. Si accompagna a: - Episodi ricorrenti di difficoltà respiratoria - Compressione toracica - Respirazione sibillante - Tosse Le cause possono essere: allergia, infezioni (raffreddore, influenza, polmonite ecc), sostanze chimiche, stress, freddo, ridere e piangere.

Bronchite cronica[modifica]

E' una malattia dei polmoni molto comune e debilitante. Consiste in un’infiammazione dei bronchi che non tende a guarire nel giro di pochi giorni ma dura anche per settimane. La causa principale è considerata: il fumo di sigaretta, anche se possono incidere altri fattori come: l’esposizione a sostanze irritanti. Per curarla si possono usare farmaci o areosol.

Enfisema[modifica]

E' una patologia che interessa i polmoni ed è caratterizzata da: defibrillazione di spazi aerei a valle dei bronchioli terminali e la distruzione delle loro pareti. Le cause sono: fumo di tabacco, sostanze inquinanti, fumi industriali e polveri di carbone e silice. Per curarla ci possono essere diversi modi: attraverso farmaci che non la curano del tutto ma allievano i sintomi, altre terapie ad esempio: riabilitazione respiratoria e attraverso ossigeno che viene somministrato con tubicini attraverso narici. L’ultima cura è un intervento chirurgico in casi rari.

Pneumotorace[modifica]

Consiste in un accumulo di aria nel cavo pleurico. Le varie cause sono: infortunio al torace, malattie polmonari e bolle d’aria. La cura principale è di alleviare la pressione sui polmoni. Si consiglia riposo a letto perché ogni sforzo può aggravare il collasso del polmone. Se non si cura con il riposo bisogna passare alla chirurgia.

Tumore del polmone[modifica]

Si possono costituire dalle cellule che vanno a formare i bronchi e bronchioli. Le cause principali sono:

  • Il fumo di tabacco
  • Gas radioattivi
  • Amianto ed altre sostanze
  • Inquinamento atmosferico
  • Precedenti
  • Precedenti famigliari
  • Età superiore ai 65 anni

La cura principale è la chemioterapia