La stampa per i dislessici

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
Lezione precedente Materia Lezione successiva
Come si manifesta la dislessia Dislessia Dislessia e disagio psicologico
lezione
La stampa per i dislessici
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Dislessia




I problemi di dislessia impongono di pensare all' ergonomia del testo scritto.

Alcune linee guida possono essere d'aiuto per rendere più agevole la lettura, pur senza risolvere il problema.

  • Font tipografico tendenzialmente senza grazie, in quanto rendono il testo graficamente più pesante. È importante che, però, siano differenziate almeno la "l" maiuscola e la "l" minuscola. Un carattere senza grazie (ossia senza le sporgenze alle estremità delle aste verticali), come quello in cui è scritto questo testo, è bene usarlo per testi brevi, con una spaziatura del 5-6% tra le lettere, perché nel caso di lettere come le “o” e la “g” lo scuro, verticale, del carattere risulta più vicino alle lettere che precedono e che succedono facendo perdere l'unità della lettera.

Un altro problema che già danno i caratteri di larghezza media (meno evidente con quelli più stretti) è che nelle lettere aperte come la “n”, la “m”, la “u” e la “v” il bianco entra nell'area del carattere, disturbando la lettura. È per questo motivo che i libri sono impaginati con caratteri con le grazie, che stancano meno la lettura, nonostante siano meno sintetici, e nel caso di difficoltà di decodifica visiva sono meno indicati nella fase iniziale.

Un'altra possibilità che può aiutare approcci difficoltosi è di usare il maiuscoletto al posto delle lettere minuscole, sempre distanziando un poco le lettere tra loro;

  • Sconsigliata la frazionatura delle parole andando a capo. È importante che la riga contenga un massimo di settanta battute. Le battute giuste (da cui il termine giustezza della riga) dovrebbero essere circa sessanta, in modo che l'occhio sia facilitato a tornare indietro e il ritmo della respirazione possa accompagnare la lettura;
  • Giustificazione solo a sinistra (sbandierato a destra) per tre ragioni principali:
    • Equispaziatura delle parole e delle lettere che rende la lettura più lineare e codificabile
    • La sbandieratura a destra permette di avere una forma particolare dell'insieme della pagina che aiuta a evitare la perdita del segno
    • Elimina la frazionatura delle parole andando a capo
  • Ampia interlinea.