La Luna (superiori)

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
La Luna (superiori)
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Scienze naturali per le superiori 1
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.

La Luna è il satellite naturale della Terra. Anche gli altri pianeti, tranne Mercurio e Venere, hanno satelliti naturali

Lune del SistemaSolare

Caratteristiche fisiche[modifica]

FullMoon2010

  • Dimensioni: il raggio è circa 1/4 e la sua massa circa 1/81 rispetto alla Terra. Questo significa che è relativamente grande rispetto alla Terra e la sua forza di gravità si fa sentire.
  • Atmosfera: assente a causa della forza di gravità debole che non riesce a trattenere gas.
  • Superficie: noi vediamo sempre la stessa faccia della Luna, caratterizzata da:
    • zone pianeggianti dette mari, formate da rocce scure. Gli antichi hanno definito mari queste zone pensando che fossero distese di acqua.
    • zone con modesti rilievi, di colore chiaro, dette terre, molto craterizzate.
    • crateri, di diverse dimensioni. In quelli più grandi si notano anche le frattura radiali da impatto.

Moti e fasi lunari[modifica]

schema delle fasi lunari
Fasi lunari visti dalla Terra

La Luna compie un moto di rivoluzione lungo un'orbita ellittica attorno alla Terra (perigeo e apogeo sono i punti più vicini e lontani). Viene definito mese il periodo di tempo di una rivoluzione completa. Il mese sinodico (circa 29,5 giorni) è l'intervallo di tempo tra due medesime fasi lunari (es. tra due lune piene). La Luna ha anche un moto di rotazione della stessa durata (giorno lunare = mese) e per questo motivo mostra sempre la stessa faccia.
In base alla reciproca posizione tra Terra, Luna e Sole, si vengono a determinare le fasi lunari. Per comprenderle bisogna osservare ed analizzare il disegno accanto: il Sole illumina sempre metà Luna, ma dalla Terra, a seconda della posizione, questa zona illuminata viene vista in modi diversi determinando le fasi lunari:

  1. luna nuova: la Luna è in mezzo tra la Terra e il Sole e la Luna rivolge verso la Terra la metà in ombra per cui non la vediamo, anche perché è vicinissima al sole (quando è perfettamente allineata c'è l'eclissi di Sole).
  2. luna crescente: è lo spicchio di luna con la "gobba" rivolta verso ovest (ponente)
  3. primo quarto: la Luna è sempre illuminata per metà ma noi vediamo solo il quarto rivolto verso la Terra (sempre con la gobba a ponente)
  4. luna crescente: ora è un po' più difficile trovare la gobba perché la Luna è quasi piena.
  5. luna piena: la Luna è dalla parte opposta rispetto al Sole e quindi rivolge verso la Terra tutta la metà illuminata. Se fosse perfettamente allineata ci sarebbe l'eclissi di Luna.
  6. luna calante con gobba a levante.
  7. ultimo quarto, ora è facile vedere la gobba a est
  8. luna calante, con evidente gobba a est (levante)

Eclissi[modifica]

Eclissare significa nascondere, perché può accadere che la Luna nasconda il Sole o che la Terra ombreggi la Luna rendendola poco visibile.
Per calcolare quando e dove avverranno le eclissi puoi usare questo sito: www.timeanddate.com

Eclissi di Sole[modifica]

Eclissi solare

L'eclissi di Sole avviene quando la Luna si posiziona perfettamente in mezzo tra la Terra e il Sole. La Luna produce un piccolo cono d'ombra e l'eclissi si potrà vedere solo dove cade questo cono. L'eclissi parziale dove si trova la penombra. La prossima eclissi di Sole visibile come totale anche dall'Italia sarà il 2 agosto 2027 [1]

Eclissi di Luna[modifica]

Eclipse Luna.svg
L'eclissi di Luna si forma quando la Luna è esattamente dall'altra parte rispetto alla Terra (Luna piena). La Luna viene quindi a trovarsi nel cono d'ombra della Terra. La Luna assume un colore rossastro a causa dei raggi rifratti dall'atmosfera terrestre. In un anno ci possono essere da 0 a 3 eclissi di Luna e da 2 a 5 eclissi di Sole (in totale però non più di sette). Quelle di Luna però, anche se meno frequenti, sono più facilmente visibili.