Il Punto e la Linea (scuola dell'infanzia)

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Il Punto e la Linea (scuola dell'infanzia)
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Pregrafismo e Prealfabetizzazione per la scuola dell'infanzia
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.


Il Punto[modifica]

Iniziamo la nostra avventura nel mondo della Grafia partendo da quello che è alla base di tutto anche della struttura stessa del Mondo e cioè il Punto. È questo forse l'elemento più facile da apprendere per un bambino e anche il più basilare non dovendosi compiere alcun gesto particolare.

Per realizzarlo bisognerà semplicemente far imprimere al bambino su un foglio con una penna (anche se sarebbe sicuramente meglio per questo esercizio e per i futuri usare matite e pastelli) un piccolo segnetto circolare sulla carta. Si può accompagnare il bambino con la mano o fargli vedere prima cosa è il punto e come si realizza ma essendo davvero una figura molto elementare ci vorrà davvero poco affinché esso ne comprenda la realizzazione.

Imparato a realizzarlo si può passare a far comprendere al bambino anche le dimensioni del punto. Si può quindi spingerlo a realizzare punti di varie dimensioni. Si veda la figura di seguito come esemplificativa.

Scala di Dimensione dei Punti.jpg

Una pratica utile e quello di far giocare il bambino realizzando punti di diverso colore in un foglio vuoto così da fargli capire come anche questo elemento grafico basilare può essere usato per disegnare, ad esempio, un cielo pieno di stelle.

L'esercitazione sul punto può sembrare banale ma essa ha l'obiettivo di approcciare il bambino a due questioni non di poco conto. In primo luogo a far comprendere al bambino il concetto di dimensione. Realizzando punti di vari dimensioni infatti il bambino inizia a comprendere come si può realizzare qualcosa di grande e qualcosa di piccolo e le relative differenze grafiche. Ugualmente il bambino apprende il concetto di dimensione dello spazio. Per questo secondo aspetto può essere utile usare un quaderno a quadretti piccoli o grandi e invogliare il bambino a segnare con piccoli punti i quadratini che si trovano ad una certa distanza.

Il passo finale è di far realizzare al bambino piccole serie grafiche di punti che se uniti portano alla realizzazione di piccoli disegni o figure geometriche. A questo punto il bambino capirà che unendo i puntini potrà realizzare delle figure e sarà pronto per poter apprendere la linea e le altre figure elementari.

La Linea[modifica]

Per apprendere la Linea si possono usare alcuni strumenti utili sia al bambino che all'adulto che voglia insegnargliela. Uno strumento utile è sicuramente quello di far riempiere al bambino un foglio pieno di punti e poi con la mano aiutarlo ad unirli l'uno all'altro in tratti sempre più precisi fino a lasciarlo fare da solo.

Esempio di quadretti da usare.

Un altro strumento utile, e sicuramente oltre che alternativo al primo anche complementare, è quello dell'utilizzo del quaderno a quadretti grandi. Tale quaderno ha già in se le quadrature riportare e pertanto si può semplicemente far ricalcare al bambino tali quadrature eventualmente imparandogli anche a creare tratti sia orizzontali che verticali. L'ultimo passo è usare i quadrati proprio per creare brevi linee oblique unendo ad esempio i vertici dei quadrati.

Appreso come si fa una linea non resta altro che far realizzare tale linee in fogli vuoti dal bambino solo. Chiaramente ci vorrà molta esercitazione e in questo possono essere utile delle schede operative con degli schemetti già pronti per l'uso. Di seguito ne portiamo un esempio prelevato dal sito Scuola Materna . NET (http://www.scuola-materna.net/download-documenti/schede-didattiche-scuola-infanzia/schede-didattiche-scuola-infanzia-pregrafismo.html) ma al link sono presenti anche altri tanti utili schedeche porteranno il bambino a comprendere come la linea può essere usata anche per creare figure.

Scheda Operativa Pregrafismo sulle Linee.jpg