I gruppi sanguigni

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
I gruppi sanguigni
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: aiuta Wikiversità specificando la materia di questa risorsa.

Scoperta, definizione e tipologia dei gruppi[modifica]

Il gruppo sanguigno è una caratteristica dell'individuo e viene classificato in base a (proteine, carboidrati, glicoproteine o glicolipidi) sulla loro superficie. Può essere di tipo A, B, AB E 0. È stato scoperto dal batteriologo austriaco Karl Landsteiner (1868-1943), che fece degli esperimenti con il suo sangue e con quello di 5 colleghi e scoprì nel 1901 i gruppi sanguigni sopra ricordati. Si accorse che secondo la combinazione di diversi donatori il sangue tendeva ad agglutinarsi e comprese che la causa erano gli antigeni. Per questa importante scoperta, Landsteiner ricevette nel 1930 il premio Nobel. Si trattò di una scoperta rivoluzionaria, ma la ricerca sulle caratteristiche del sangue proseguì e nel 1940 fu scoperto, dallo stesso Karl Landsteiner e dal collega Alexander Wiener, il fattore RH tramite esperimenti su primati, le scimmie Macacus Rhesus (da cui il nome). Questo fattore indica se la persona possiede o meno l'antigene nei globuli rossi. Il fattore RH è importante nelle trasfusioni : il donatore se ha RH- può donare a RH+ e RH-, mentre il donatore RH+ può donare solo a RH+. Questa ulteriore conoscenza eliminò i rischi di rigetto del sangue trasfuso. La trasfusione è la trasmissione del sangue da un essere umano ad un altro: un donatore e un ricevente. È una terapia finalizzata a sostituire il sangue perduto in attesa che venga risolta la situazione patologica (emorragia, ecc.) che ha portato alla perdita. Sotto certi aspetti può essere considerate come un trapianto e prima della scoperta dei gruppi sanguigni e del fattore RH, poteva causare fenomeni gravi di incompatibilità come reazioni trasfusionali.

Trasfusioni: compatibilità tra gruppi sanguigni e "sangue universale"[modifica]

Il sangue preso dai donatori volontari e periodici viene raccolto in sacche contenenti un anticoagulante che ne consente la conservazione per circa 35 giorni alla temperatura di 4°C. Poiché il ricevente non deve avere anticorpi rivolti contro globuli rossi del donatore, gli individui del gruppo AB+ possono ricevere qualunque tipo di sangue e sono perciò detti riceventi universali,mentre le persone di gruppo 0- sono donatori universali e possono ricevere solo sangue di gruppo 0-. Lo schema completo delle compatibilità è mostrato nella tabella seguente. Se il tuo gruppo sanguigno è:

gruppo puoi donare sangue a: puoi ricevere sangue da:
A+ A+ AB+ A+ A- 0+ 0-
0+ 0+ A+ B+ AB+ 0+ 0-
B+ B+ AB+ B+ B- 0+ 0-
AB+ AB+ tutti
A- A+ A- AB+ AB- A- 0-
0- tutti 0-
B- B+ B- AB+ AB- B- 0-
AB- AB+ AB- AB- A- B- 0-

Tutto ciò implica che gli ospedali debbano avere ampia disponibilità dei vari gruppi sanguigni e soprattutto un'ingente scorta di gruppo 0-, una sorta di salvavita, da utilizzare quando non si conosce il gruppo del paziente e non si ha il tempo di effettuare le analisi per trasfondere lo stesso gruppo durante le emergenze dovute a gravi emorragie.

Ereditarietà e distribuzione dei gruppi sanguigni in alcuni paesi del mondo[modifica]

Altri progetti