Hiragana/Introduzione

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search

あ, い, う, え, お >

lezione
Hiragana/Introduzione
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Lingua giapponese




La lingua giapponese utilizza tre "alfabeti": due sillabari fonetici e un sistema ideografico derivante dalla scrittura cinese.

Il sillabario hiragana è usato per le particelle e alcune parole Giapponesi. Il katakana è usato per le parole di origine straniera (escluse quelle di origine cinese) (televisione, pane, birra, America, Italia ecc.). Infine ci sono i Kanji (circa 85.000 caratteri) caratteri ideografici derivati dal Cinese (per leggere un quotidiano basta conoscerne 3.000 - 4.000).

L'ordine delle lettere nei sillabari non è lo stesso ordine usato nell'alfabeto latino; quindi non troveremo "a b c d e..." bensì "a i u e o ka ki ku...". Esistono anche suoni composti da più caratteri (impuri) es: Ki + Yu(scritto in piccolo) = Kyu

Il sistema di scrittura hiragana[modifica]

Nello ひらがな (hiragana), come nel カタカナ (katakana), ogni carattere non corrisponde esattamente ad un fonema vocalico o consonantico, come avviene in molte lingue occidentali scritte con alfabeti, ma a un'intera sillaba. Vi sono sillabe formate da una sola vocale, o da consonante e vocale; si dividono tradizionalmente in sillabe pure, impure, semipure, contratte.

Le sillabe pure seion sono formate da una sola vocale, da una consonante che precede una vocale, e dalla n sillabica. Facendo seguire dal segno diacritico dakuten ゛(anche detto nigori "impurità") quelle sillabe pure la cui consonante è sorda, si ottengono le corrispondenti sillabe impure dakuon nelle quali la consonante iniziale è sonora: per esempio, か ka diventa が ga, し shi diventa じ ji, へ he diventa べ be. Facendo seguire le sillabe che cominciano per h, inclusa fu, dal segno diacritico handakuten ゜(anche detto maru "cerchio"), si ottengono le sillabe semipure handakuon che hanno come consonante iniziale p: quindi ふ fu diventa ぷ pu.

La combinazione fra due caratteri permette molte volte di rappresentare una terza sillaba: si tratta delle sillabe contratte yōon, nelle quali una delle sillabe ya, yu, yo (ゃ, ゅ, ょ) è scritta in piccolo dopo una sillaba che ha come vocale i. La consonante della sillaba risultante sarà palatalizzata: avremo, ad esempio, にゃ nya, りゅ ryu, じょ jo.

Il sillabario hiragana, al pari del katakana, è propriamente composto dai 46 caratteri che rappresentano le sillabe pure, e spesso è detto – arrotondando il numero – gojūon "i cinquanta suoni"; ma a questi si aggiungono le 20 sillabe impure, le 5 sillabe semipure e le 36 sillabe contratte: in tutto 107 sillabe.

Lo hiragana viene utilizzato per parole per le quali non vi sono kanji, cioè particelle come kara から "da", suffissi come san さん "signore, signora". Lo hiragana è anche usato per parole per le quali la forma ideografica kanji non è conosciuta da chi scrive, o si presume che non sia conosciuta da chi legge, o è troppo formale per il contesto in cui si scrive. Le inflessioni dei verbi e degli aggettivi si scrivono in hiragana: ad esempio, in 食べました tabemashita ("mangiare" al passato affermativo in forma gentile), dove tabe- è la radice verbale e -mashita è il verbo ausiliare, -bemashita è scritto in hiragana, mentre solo la sillaba iniziale ta- della base verbale è rappresentata con un kanji. Quest'uso è detto okurigana.

Si chiama furigana un altro frequente uso dello hiragana, quello che ha il fine di rappresentare la pronuncia del kanji quando questo è poco noto, o in ambito didattico: in questi casi il carattere fonetico è scritto in piccolo sopra a quello ideografico (o accanto, se la scrittura è verticale).

Tabella di traslitterazione dello hiragana secondo il sistema Hepburn[modifica]

Se il vostro computer ha i font per le lingue orientali potrete vedere la seguente tabella con i caratteri hiragana assieme alla loro romanizzazione in stile Hepburn. I kana in rosso sono obsoleti.

a i u e o ゃ(ya) ゅ(yu) ょ(yo)
ka ki ku ke ko きゃ kya きゅ kyu きょ kyo
sa shi su se so しゃ sha しゅ shu しょ sho
ta chi tsu te to ちゃ cha ちゅ chu ちょ cho
na ni nu ne no にゃ nya にゅ nyu にょ nyo
ha hi fu he ho ひゃ hya ひゅ hyu ひょ hyo
ma mi mu me mo みゃ mya みゅ myu みょ myo
ya yu yo
ra ri ru re ro りゃ rya りゅ ryu りょ ryo
わ wa ゐ wi ゑ we を o/wo
n
ga gi gu ge go ぎゃ gya ぎゅ gyu ぎょ gyo
za ji zu ze zo じゃ ja じゅ ju じょ jo
da ji zu de do
ba bi bu be bo びゃ bya びゅ byu びょ byo
pa pi pu pe po ぴゃ pya ぴゅ pyu ぴょ pyo