Foreste

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Foreste
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Ecologia
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 50%.

Foreste di conifere[modifica]

Taiga di Krasnoyarsk,Russia
foreste di sequoie californiane; California, Sequoia National Park.

Parecchi biomi distintivi e caratteristici sono dominati da alberi di conifere. In luoghi dove l'umidità è limitata dalla presenza di suoli sabbiosi, basse precipitazioni o brevi stagioni di crescita, le piante riducono la perdita d' acqua sviluppando foglie sottili, aghiformi e sempreverdi, ricoperte da uno spesso strato ceroso.

La foresta boreale, o taiga (dal russo), o foresta nordica di conifere, è costituita da foreste miste di vonifere e alberi decidui e si estende nel mondo in una larga fascia compresa tra i 45° e i 60° di latitudine nord, a seconda dell' altitudine e dalla distanza dalla costa o dai grandi fiumi. Tra le specie dominanti di conifere aghifoglie ci sono pini, abeti, cedri e larici. File:Tqiga.jpg Tra gli alberi decidui ci sono betulle, pioppi e aceri, mentre muschi e licheni formano gran parte della copertura del terreno. In questo bioma umido e freddo, abbondano corsi d' acqua e zone umide, specialmente nei paesaggi interessati dalle ultime glaciazioni. Gli insetti che hanno uno stadio acquatico nel loro ciclo vitale, come zanzare e altri insetti molesti, sono particolarmente abbondanti in questi ambienti.

La foresta meridionale a pini, altro tipo di ecosistema forestale a conifere, è caratterizzata da un clima umido e da terreni sabbiosi, e nel passato era soggetta a frequenti incendi. Ora è utilizzata estensivamente per la produzione di legno e di prodotti resinosi come la resina e la trementina. Il sottobosco di questi ambienti è formato da una vegetazione di arbusti spinosi. Le foreste di conifere sulla costa del Pacifico rapprensentano un altro habitat con condizioni ambientali particolari. Le temperature miti e le abbindanti precipitazioni - fino a 250 cm all'anno - danno vita a una vegetazione lussureggiante e a enormi alberi come la sequoia californiana, l'albero più alto del mondo.

Nelle parti più umide e piovose, la foresta della costa diventa una foresta pluviale temperata, una fredda, piovosa foresta spesso immersa nella nebbia. La condensa che gocciola dalle foglie degli alberi rappresenta una delle forme principali di precipitazione, e in alcuni luoghi, le precipitazioni annue superano i 250 cm. Muschi, licheni e felci ricoprono i rami degli alberi, i vecchi ceppi e il terreno stesso della foresta.

Foreste di latifoglie decidue o sempreverdi[modifica]

Foresta sempreverde a Creta

Le foreste di latifoglie sono presenti su tutta la terra in luoghi dove la pioggia è abbondante. Le regioni temperate sostengono una ricca crescita vegetale durante l'estate, quando l'acqua è abbondante, ma nella stagione fredda richiedono adattamenti per la sopravvivenza. Un adattamento chiave delle piante decidue è l'abilità di produrre foglie estive e di lasciarle poi cadere alla fine della stagione di crescita.

Questo ricco e diversificato bioma contiene associazioni di molte specie di alberi, come la quercia, l' acero, la betulla, il faggio. l' olmo, il frassino e altri ancora. Questi alberi formano una canopia al di sopra di un sottobosco di alberi più bassi, di arbusti e di piante erbacee, comprese molte piante annuali che crescono, fioriscono, producono semi e immagazzinano carboidrati prima di essere messi in ombra dalla canopia. In luoghi dove il clima è caldo per tutto il periodo dell'anno, le foreste sono dominate da alberi sempreverdi come le querce e i cipressi nel sud degli Stati Uniti.

Foreste umide tropicali[modifica]

Foresta tropicale brasiliana

Le regioni umide tropicali dell' America centrale e Meridionale, dell' Africa, dell' Asia sud-orientale e di alcune isole del Pacifico sostengono uno dei biomi più complessi e biologicamente più ricchi del mondo. Sebbene si siano parecchi tipi di foreste umide tropicali, tutti condividono attributi comuni quali copiose pioggie e temperature uniformi. Foreste umide e fredde si trovano nelle zone di alta montagna dove la nebbia e la foschia mantengono la vegetazione sempre umida. Le foreste pluviali tropicali si trovano in zone dove le precipitazioni sono abbondanti, più di 200 cm all' anno, e le temperature sono da calde a molto calde per tutto l'arco dell' anno.

Il suolo di entrambi questi tipi di foresta tende ad essere sottile, acido e povero di nutrienti ma il numero di specie presenti può essere impressionante. Per esempio è stato stimato che il numero di specie di insetti presente nel manto vegetale delle foreste pluviali tropicali possa essere quantificabile nell' ordine dei milioni; pur essendo molto minore il numero di specie finora identificate.

Anche il ciclo dei nutrienti in queste foreste è unico. Quasi tutti i nutrienti dell' ecosistema (circa il 90%) sono contenuti nei corpi degli organismi viventi. Questo è in notevole contrasto con quanto accade nelle foreste temperate, dove la maggior parte dei nutrienti sono mantenuti all' interno del terreno e resi disponibili per la crescita di nuove piante. La lussureggiante vegetazione nelle foreste tropicali dipende dalla rapida decomposizione e riciclo del materiale organico morto. Foglie e rami che cadono sul terreno forestale si decompongono e sono incorporati quasi immediatamente nella biomassa degli organismi viventi.

Foreste tropicali stagionali[modifica]

Foresta tropicale australiana

Molte zone dell'India, Asia sud-orientale, Australia, Africa occidentale, Indie occidentali e Sud America hanno regioni tropicali caratterizzate da due distinte stagioni, una umida e una secca; nonostante le temperature siano sempre calde, queste regioni non hanno precipitazioni uniformi e abbondanti tutto l'anno. Queste zone hanno prodotto delle comunità di foreste tropicali stagionali: foreste semi-sempreverdi o in parte decidue si svuluppano verso foreste aperte e savane erbose, punteggiate dal alberi sparsi e resistenti alla siccità.

Altri progetti[modifica]

Altri progetti