Fondamenti di Educazione e Sicurezza Stradale (scuola dell'infanzia)

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Fondamenti di Educazione e Sicurezza Stradale (scuola dell'infanzia)
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: Educazione stradale per la scuola dell'infanzia
Avanzamento Avanzamento: lezione completa al 100%.


L' Educazione e la Sicurezza Stradale sono nozioni che vanno apprese fin dalla fanciullezza perché fondamentali in un Mondo che al giorno d'oggi vive prevalentemente per strada e i pericoli maggiori provengono proprio dalla circolazione stradale. Chiaramente ad un bambino di fascia d'età 1-6 anni non si può chiedere una tecnicità proprio di un corso per la petente di guida o comunque anche rivolto ad una fascia adolescenziale.

Una buona parte della Sicurezza dipende, essenzialmente, dai genitori del bambino. Comportamenti quali il rispetto della normativa in materia di trasporti dei minori come l'obbligo del Sistema di Ritenuta è fondamentale.

Il Sistema di Ritenuta, anche detto Seggiolino, è obbligatorio per chi trasporta ragazzi di età inferiore a 12 anni e statura inferiore al metro e mezzo ai sensi dell'articolo 172 del Codice della strada. Il conducente che non lo adotta subisce una sanzione di 68,25 € ed il decurtamento di cinque punti dalla patente di guida. Sono esenti i bambini di età inferiore a tre anni che occupano i sedili posteriori se sono trasportati su un veicolo sprovvisto di tale sistema, purché siano accompagnati almeno da un passeggero di età non inferiore a 16 anni. Anche i bambini trasportati sui sedili posteriori del taxi o di autovetture da noleggio con conducente in servizio urbano o su itinerari da e per stazioni ferroviarie, porti e aeroporti, se accompagnati da una persona di almeno 16 anni di età possono non utilizzare tali dispositivi.

Al bambino va insegnato fin da piccolo, poi, il rispetto di alcune basilari regole di circolazione. Ad esempio va insegnato che quando è in auto non deve giocare o comunque dare disturbo a chi guida. Va insegnata l'importanza dell'utilizzo del casco sulle biciclette e di una guida delle stesse non imprudente. Va insegnata l'importanza di camminare sul marciapiede e in caso di attraversamento della strada scegliere, prioritariamente, l'attraversamento sulle strisce pedonali per poi, in caso di assenza, evitare attraversamenti pericolosi, cioè in zone dove manchi la visibilità, e prestando comunque sempre attenzione all'arrivo di auto e soprattutto alla distanza e velocità che esse hanno.

Altro punto da non sottovalutare, nell'educazione stradale del bambino, è l'insegnare che la strada non è un luogo per il gioco. A pallone si gioca nel parco non per le strade essendo pericoloso sia per l'arrivo di auto sia perché l'asfalto fa male in caso di cadute.

Norme di Buona Educazione, e non solo stradale, sono invece quelle di lasciare ad esempio il posto sull'autobus a donne incinte o persone anziane. Oppure l'aiutare ad attraversare la strada sempre alle persone anziane. Sono norme non certo obbligatorie ma di rispetto civico e sociale. A questo possono essere d'aiuto alcune schede operative come la seguente prelevate da Scuola Materna. NET: http://www.scuola-materna.net/download-documenti/schede-didattiche-scuola-infanzia/schede-didattiche-scuola-infanzia-educazione-stradale.html

Scheda Operativa sui Comportamenti Stradali.jpg