Commutalism

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Jump to navigation Jump to search
lezione
Commutalism
Tipo di risorsa Tipo: lezione
Materia di appartenenza Materia: aiuta Wikiversità specificando la materia di questa risorsa.


Comutalismo e' un nuovo concetto di Democrazia senza politici che e' organizzato tramite Internet e che bilancia i bisogni dell'Individuo con il Rispetto per l'Uguaglianza.

Nel Comutalismo, i cittadini voteranno direttamente le leggi della societa' e non piu' i politici. In altre parole, invece di votare il politico nella speranza che questo rispetti la fiducia del cittadino ed elegga le leggi da questo desiderate, nel Comutalismo sara' il cittadino a votare direttamente le leggi semplicemente cliccando su di una tastiera. Un sistema di governo cosi' regolato renderebbe responsabile e cosciente il cittadino delle scelte della societa' eliminando il costo pubblico dei politici ed anche soprattutto il costo della loro corruzione.

Diversi gabinetti legislativi composti da privati cittadini (ciascun cittadino a turno) possono essere appuntati per le varie proposte di legge. Ciascuna proposta puo' essere introdotta allo scrutinio pubblico via Internet prima di essere soggetta alla maggioranza dei cittadini che potranno votare per la loro approvazione oppure il loro rifiuto. Nessuna legge potra' essere approvata in congiunzione ad altre leggi per evitare un possibile ricatto sociale. Ciascuna legge votata separatamente.

Un corpo di Polizia composto da un piu' grande numero di cittadini (anche questi a turno) puo' essere formato per fare rispettare le leggi quando ne esiste una richiesta dagli individuali cittadini. Fondi monetari possono essere allocati per i vari programmi sociali e chiunque potrebbe vederne le solvenze ed i bilanci semplicemente osservando la finestrella assegnata sull'Internet.

Tutte le leggi sarebbero soggette a revisione periodica poiche' alcune di queste potrebbero essere state approvate da un limitato numero di persone che ha prestato maggiore attenzione quando la legge fu inizialmente introdotta oppure anche perché non in linea con le altre leggi gia' approvate. Quando un qualsiasi cittadino ritiene che una certa legge stia danneggiando il proprio interesse, una nuova votazione permetterebbe la possibilita' di cambiamento per quella legge. Quei processi che ora avvengono nei Tribunali potranno essere resi pubblici e sottostare al giudizio di quei cittadini che saranno di turno. Tutti i cittadini avrebbero il diritto a votare oppure a non votare ma i loro diritti al voto non potrebbero essere venduti ne' ceduti ad altri.

Questo sistema di leggi potrà manifestare per la prima volta una Democrazia come intesa all'origine. Per raggiungere un tale risultato dovrebbe essere stabilito che tutti gli esseri umani hanno diritto a sufficiente cibo ed acqua potabile. Potremmo facilmente irrigare piantagioni che potrebbero essere situate in alcune delle tante zone remote del Pianeta e non ancora utilizzate. Vegetali commestibili possono essere coltivati e prodotti con meccanismi automatizzati per essere preparati, confezionati e trasportati fino ad essere pronti per il loro consumo. Un programma come questo potrebbe essere finanziato da un comune sforzo proveniente dal benessere gia' acquisito da tutte le popolazioni. Una volta stabilita la quantita' e qualita' di tutti i beni necessari, questi beni potrebbero essere trasportati e scambiati entro una rete di mercati per condividere le provviste ed i bisogni esistenti nelle diverse località del Pianeta. Il meccanismo di sostegno per la sopravvivenza sociale dovrebbe essere in una continua evoluzione al fine di provvedere uno standard di vita adeguato al benessere contemporaneo dei suoi tempi. Tutti i beni rimasti in eccesso al soddisfacimento sociale (e non necessari) potranno invece essere scambiati entro una nuova forma di Capitalismo.

Nuove e trasparenti regole saranno applicate al Mercato Libero per il commercio di ogni tipo di bene superfluo. Al riguardo del trasferimento di beni e servizi privati, ogni singola transazione dovra' essere riportata sul Net per potere divenire visibile da chiunque (proprio come una fattura fiscale resa pubblica). Ciascuna transazione privata sarebbe tassata e simultaneamente pagata con una stessa fissa percentuale valida per tutti. In un tale sistema, tutti i beni privati ed i loro proprietari come anche le transazioni valutarie ed i passaggi di proprieta' privata dovranno essere pubblicamente riportati sul Net. Questo servira' ai fini di prevenire illecite transazioni e poter stroncare la corruzione tramite l'immediato confisco di quei beni non riportati.

Inoltre, per ridurrere l'Avidita' e risanare gli equilibri finanziari nel Mondo bastera' eliminare il concetto di eredita'. La proprieta' privata della gente tornera' allo Stato alla morte di ciascuna persona per poi essere messa all'asta fra tutti i cittadini. La gente potra' spendere quanto vorra' per educare i propri figli ma eredita' e donazioni non saranno permesse.

Cosi' alcuni beni saranno privati ma guadagnati con vera competizione e non tramite corruzione e favoritismi. Una volta che la sopravvivenza sara' garantita per tutti non ci sara' piu' il bisogno di essere tolleranti con il crimine come e' invece necessario esserlo oggi quando lo stesso crimine e' una conseguenza del nostro sistema corrotto.

Nel Comutalismo, il diritto alla proprieta' dovra' essere protetto e garantito anche per quelli che vorranno lavorare e barattare il proprio tempo per ottenere di piu' delle basilari necessita' provviste dal sistema. Quelle persone che avranno contribuito al funzionamento del meccanismo sociale e lavorato per avere oltre le necessita' potranno ottenere anche i beni superflui. Questi beni saranno presentati in un' asta di Stato (come fossero i Buoni del Tesoro di un Paese) per un aggiudica aperta fra quelli che potranno disporre di mezzi di scambio guadagnati col lavoro. Una volta che i beni saranno divenuti privati questi potranno essere scambiati fra i cittadini in un mercato che sara' allora trasparente e competitivo.